mercoledì 11 aprile 2012

eXistenZ

NoN vOrReI cHe LeGgEnDo CoMe è ScRiTtO iL tItOlO pEnSiAtE cHe SiA iN pReDa Ad Un AtTaCcO bImBoMiNcHiOsO. Il TiToLo DeL fIlM sI sCrIvE vErAmEnTe CoSì. eXistenZ. Con la X e la Z maiuscole, come ci viene più volte ed inutilmente ribadito durante tutto il film, un film che potrebbe avere un tema di fondo abbastanza serio, che però viene sviluppato in una maniera talmente schifosa da mandarmi in preda ad un delirio senza fine e da provocarmi un dolore ai denti, dovuto al fatto che mi sta uscendo un dente del giudizio. Come può un film fare una cosa del genere? Se ci tenete ai vostri denti è meglio che non cerchiate di scoprirlo.


Canada, Regno Unito 1999
Titolo Originale: eXistenZ (con la X e la Z maiuscole, miraccomando)
Regia: David Cronenberg
Cast: Jennifer Jason Leigh, Jude Law, Ian Holm, Willem Dafoe
Genere: Fantascienza


La trama in breve: Antenna, una grande società informatica, ha sviluppato un gioco, eXistenZ (con la X e la Z maiuscole, miraccomando), e lo sta per rilasciare sul mercato. Il giorno del rilascio, alcuni fortunati sono invitati ad una prova del gioco assieme a nientepopodimeno che Allegra Geller (Jennifer Jason Leigh), la sviluppatrice del gioco. Durante questa prova però lei subisce un attentato da parte di un infiltrato di un gruppo armato, contrario allo sviluppo di una realtà virtuale all'interno di un gioco. Fallito l'attentato, la donna scappa con Ted Pikul (Jude Law), che ha il compito di proteggerla e con il quale Allegra inizierà una grande partita al suo nuovo gioco.


Ecco, se dalla trama vi sembra di aver capito tutto del film vi sbagliate. Perchè durante l'intero film non si capisce davvero niente. Ma niente proprio. Io le uniche cose che ho capito sono state come va scritto eXistenZ (con la X e la Z maiuscole, miraccomando) e come sarebbe andato a finire il film, in una maniera che più prevedibile di così non potrebbe essere.


In mezzo a tutto questo il film si sviluppa con una lentezza al di là dell'impressionante, provocando talvolta una noia fuori dall'ordinario, ma con alcune perle che sono al di là del disgustoso. Innanzitutto essendo il gioco interattivo, quasi tutti gli esseri umani hanno un buco aggiuntivo sul fondoschiena (potete immaginare quali risvolti può portare una cosa del genere), al quale si collega la "console", che nel film si chiama "game-pod". Ecco, questo buco è una bio-porta, che ha quasi vita propria, e tramite la quale, sia lei che l'essere umano possono provocarsi piacere. Si si. Piacere sessuale. Perchè prima Allegra tenta di penetrare col dito la bioporta di Ted, successivamente, nello sviluppo della "trama", è Ted che cerca di infilare la lingua nella bio-porta di Allegra.


Insomma, un film basso, molto basso. Effettivamente ancora non mi spiego come diavolo abbia fatto a vincere un Orso d'Argento al Festival di Berlino per "l'eccezionale contributo artistico". Alla faccia.

3 commenti:

  1. d'altronde uno che ascolta power metal cosa può capire?
    ahsuahahaauahshaahah

    RispondiElimina
  2. Non ho mai ascoltato Power Metal in vita mia. Ho preso in mano gli Unisonic perchè nati dalle ceneri degli Helloween che adoro.

    E poi se sto film è realizzato da spavento la colpa non è di certo mia! :D:D:D

    RispondiElimina
  3. [...] di David Cronenberg Considerando che il mio unico approccio con Cronemberg è stato eXistenZ (scritto con la X e la Z maiuscole), da un certo punto di vista sono limitato io, da un altro la [...]

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...