mercoledì 25 luglio 2012

La cosa

Uscito poche settimane fa, questo remake-prequel-omaggio a uno dei film più famosi di uno dei maestri dell'horror/slasher John Carpenter, colui che ha reso famoso il killer Michael Myers, arrivava nelle sale italiane con il solito notevole ritardo rispetto al resto del mondo accompagnato dal mio scetticismo.


USA 2011
Titolo Originale: The Thing
Regia: Matthijs van Heijningen Jr.
Cast: Mary Elizabeth Winstead, Joel Edgerton, Eric Christian Olsen, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Ulrich Thomsen
Genere: Horror, Fantascienza


La trama in breve: Kate Lloyd, una paleontologa, raggiunge in Antartide una squadra che crede di aver scoperto una navicella extraterrestre, rimasta sepolta tra i ghiacci per migliaia di anni. All'interno di essa scoprono una creatura morta. Isolato il blocco di ghiaccio e portato in laboratorio, "la cosa" prende vita e inizia a seminare il terrore all'interno dell'equipe. "La cosa" è in grado di clonare gli esseri umani, e ogni pezzo o arto della cosa, sembra avere vita a sé. Ciò porta ogni componente della squadra a sospettare di tutti gli altri.


Ero scettico su questo film. Già l'episodio originale di Carpenter non lo ritengo un grande capolavoro, ma è comunque costruito su basi solide, mentre questo prequel arriva con 30 anni di distanza dall'originale, forse decisamente troppo tardi per poter ottenere lo stesso effetto dell'originale. Il film comunque, oltre che essere un prequel girato come omaggio al film del 1982, riesce ad essere guardabile. Non certo una visione imprescindibile di questo 2012.


Un pregio inconfutabile che ha questo film è di spiegarci in maniera più chiara ciò che nell'originale ci veniva solo lasciato intendere, ma per il resto lo svolgimento dei fatti è molto simile all'originale. Bella l'idea di fare finire il film utilizzando la scena con cui inizia l'originale di Carpenter. Anche perchè ormai la maggior parte dei prequel viene fatta quasi completamente a caso senza basarsi minimamente sulla trama originale.


Le scene horror non mettono poi tutta questa paura. Qualche spavento improvviso (purtroppo marchio di fabbrica del cinema horror odierno, PORCO CANE!), un po' di sangue qua e là e il gioco è fatto.


Voto: 5,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...