mercoledì 8 agosto 2012

Un film all'anno dalla mia nascita - Episodio 1

E' da tempo ormai che gira su internet questa specie di catena. Siccome, differentemente da tutte le altre, la ritengo molto interessante ho deciso, visto anche il periodo estivo, di sottopormi a questo. Ovviamente invito chi mi leggerà a condividere con me le sue opinioni. Ovviamente non devono essere film visti necessariamente in quell'anno (anche perchè fino al 93/94 non ho alcun ricordo e voglio vedere come avrei fatto a vedere i film a 3 anni o prima). Così come i film che considererò non saranno certo i capolavori dell'anno, ma film che ritengo rappresentativi della mia passione cinematografica o film che mi hanno particolarmente segnato durante il periodo in cui li ho visti.


1990: Nikita.
Di quel 1990 ci sono molti film degni di nota. Vedi "Edward mani di forbice", "Balla coi Lupi" o "Il padrino - Parte III". Però questo è il film che più di tutti mi ha fatto ricominciare ad apprezzare il cinema d'azione più recentemente. Uno dei miei primi approcci con Luc Besson, regista di cui comunque conosco molto poco, del quale non mi vorrò perdere il più recente "Lockout". Una storia, quella di Nikita, che mi è piaciuta soprattutto per il modo in cui è raccontata e per una colonna sonora assolutamente sublime.


1991: Il silenzio degli innocenti.
Qui effettivamente c'è assolutamente poco da scegliere. Il film thriller per eccellenza, con un Anthony Hopkins e una Jodie Foster straordinari. Ricordo che quando lo vidi rimasi impressionato e assolutamente affascinato dal personaggio di Hannibal Lecter, tanto da apprezzarne in maniera molto particolare la sua inequivocabile intelligenza ed astuzia. Un capolavoro ormai d'altri tempi.


1992: Aladdin.
E' stato difficilissimo per me trovare un film che rappresentasse questo anno. Non tanto perchè non ce ne siano di degni di nota, più che altro perchè, scorrendo su Mymovies (beh, concedetemelo, non ricordo gli anni d'uscita di tutti i film che ho visto), non ne riuscivo a trovare uno che avessi visto. Così, in momento di disperazione, ho dovuto rifarmi alla Disney. "Aladdin" non è il mio film preferito della Disney, quello lo vedrete "tra qualche anno", ma è sicuramente uno di quelli che mi ha fatto più ridere, grazie soprattutto all'immensità del personaggio del Genio. Appunto, geniale!


1993: Jurassic Park.
In quest'anno ero indecisissimo. "Nightmare Before Christmas" e "Schindler's List" a darmi problemi, ma poi ho dovuto optare per "Jurassic Park", forse dei tre quello considerato meno unanimemente un capolavoro. Gli altri due mi piacciono tantissimo, ma "Jurassic Park" è il film che sento maggiormente mio. Poi hanno deciso di rovinarmelo con altri due inutilissimi capitoli (il terzo soprattutto). E poi si sa, la passione per i dinosauri quando si è piccoli colpisce tutti. Queste lucertole enormi e distruttrici.


1994: Forrest Gump & Il corvo.
Il 1994 è forse l'anno che racchiude il maggior numero dei miei film preferiti. Decido di elencarveli solo per farvi capire quanto mi sia difficile decidere. "Pulp Fiction", "Il re leone", "Intervista col vampiro", "Le ali della libertà", "Il postino", oltre ai due da me citati. Cosa hanno in più di tutti gli altri? Probabilmente niente, ma il problema nel fare classifiche è che bisogna scegliere un primo, ma secondo, terzo e quarto non è che facciano schifo. Ho dovuto deciderne due alla fine, perchè non ce la facevo. Beh, "Forrest Gump" si sa perchè. Uno dei miei film drammatici preferiti, racconta una grandissima storia di speranza con in "sottofondo" la storia recente americana, oltre ad una grandissima musica. Lo amo talmente tanto da considerare "un crimine contro l'umanità" non averlo visto. "Il corvo" invece è stato uno dei primi film ad avvicinarmi al cinema d'azione, horror e gotico, con tante esplosioni e tante morti. Questo, quando avevo forse dodici anni. Entrato nella leggenda per motivi extra-cinematografici, purtroppo.


1995 Braveheart - Cuore impavido.
Anche qui, poca lotta. Ci sono belli di quell'anno "Seven" e "I soliti sospetti", che hanno consegnato alla storia del cinema Kevin Spacey, ma Braveheart è stato forse uno dei primi film a riuscire a commuovermi. Una potenza tale sia nel personaggio storico (anche se a quanto pare qualche errorino nel film c'è), sia nella colonna sonora, sia nelle parole, epiche, pronunciate da William Wallace nei suoi tanti discorsi.

7 commenti:

  1. L'idea è davvero ottima, forse l'unica catena che meriti, quantomeno perché dà l'occasione di parlare di cinema, che è sempre cosa buona e giusta. Non concordiamo su alcune scelte ("I soliti sospetti" è il film, se non del 1995, addirittura dell'intero decennio), ma i film che hai citato ci piacciono tutti! :) Prossimamente, se a te non scoccia, potremmo anche imitarti, con ovvia citazione della fonte :) Ps. Jurassic Park è straordinario, a me fa paura ancora adesso! E per quanto riguarda Nikita, grazie di aver fatto scoprire un film così al mio ragazzo!

    RispondiElimina
  2. Attendo con impazienza la vostra replica! Intanto continuate a leggere le prossime puntate e ditemi cosa ne pensate delle mie scelte!!! (Sono in crisi nera per il '97 tra parentesi...)

    RispondiElimina
  3. Per il mio film del decennio non saprei, devo vedere cosa mettere nei prossimi 5 anni, ma per me tra questi 5 se la giocano Forrest Gump e Il silenzio degli innocenti.

    RispondiElimina
  4. Ovviamente seguiremo con impazienza, anche perché alcuni anni sono davvero gustosi ;) Per il '97, noi sceglieremmo un noir (con Russel Crowe), ma siamo spudoratamente di parte ;) Comunque capiamo assolutamente l'indecisione!

    RispondiElimina
  5. Ho capito a quale ti riferisci e merita molto, ma non è tra i miei primi... In quell'anno sono indeciso tra ben 5 film... Terribile!

    RispondiElimina
  6. 1990 - Caccia a Ottobre Rosso tratto dal romanzo La grande fuga dell'Ottobre Rosso di Tom Clancy. Epico film anche per la presenza di Mr Scozia Sean Connery che interpreta il capitano del sottomarino Ottobre Rosso.
    1991 - Star Trek VI - rotta verso l'ignoto. Sesto capitolo della saga di film di Star Trek, forse uno dei migliori episodi della saga.
    1992 - El Mariachi famoso e tamarro film di Robert Rodruiguez, mischia azione, tamarraggine e altre cose anomale in un mix esplosivo !
    1993 - Un giorno di ordinaria follia. Viaggio allucinato all'interno della metropoli losangelina; film che nella sua semplicità e genialità riassume numerosi spunti di riflessione sulla società moderna. Un Michael Douglas eccelso.
    1994 - L'Uomo Ombra. Film che seppur con una trama alquanto bizzarra sa proporre un protagonista spettacolare e tenebroso.
    1995 - L'esercito delle dodici scimmie. Film cervellotico e anomalo, come piacciono a me, in cui un geniale Bruce Willis viene affiancato da Brad Pitt nella sua forse migliore e meno conosciuta interpretazione in assoluto.

    RispondiElimina
  7. El Mariachi l'ho in lista, La saga di Star Trek, così come Star Wars (so che mi odierai) non mi è mai piaciuta, Un giorno di ordinaria follia me ne sono dimenticato e se la giocherebbe molto bene con Jurassic Park, L'esercito delle 12 scimmie mi piace molto, ma adoro troppo Braveheart per non metterlo primo, Caccia a ottobre rosso mi manca, lo recupererò.

    Ovviamente questa rassegna mi serve anche come "megarecuperone" di film che non ho mai visto!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...