domenica 12 agosto 2012

Un film all'anno dalla mia nascita - Episodio 4

Ed eccoci alla fine di questo giochino, con gli ultimi sei anni descrivibili tramite un solo film. Non considero il 2012, perchè, nonostante penso di avere già la risposta, ha ancora 4 mesi di cinema da regalarci.


2006: The Prestige
Altro film di Nolan nella mia rassegna, in cui non poteva secondo me mancare questo thriller/noir in salsa magica. Una delle più grosse sorprese cinematografiche per me, che fino alla fine non avevo capito una cippa di quello che sarebbe accaduto.


2007: Non è un paese per vecchi
Capolavoro da Oscar per i fratelli Cohen, un film crudo, crudele e con un protagonista assolutamente cattivo per davvero. Un film che per la scia di violenza che va a creare riesce a rendere perfettamente la quasi totale apatia del suo protagonista principale.


2008: Il cavaliere oscuro
Ancora Nolan, con uno dei film evento di quell'anno. Vuoi perchè l'attore principale è morto a pochissimo tempo dalla fine delle riprese, vuoi perchè il compianto Heath Ledger interpreta un Joker spietato in una maniera assolutamente splendida che non avrebbe bisogno di ulteriori commenti. Vince l'Oscar come miglior attore non protagonista, anche se per me, il vero protagonista del film, è lui.


2009: Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo
Anche qui, altro film con Heath Ledger, uscito postumo. Un film allucinante e molto molto strano, che mi ha particolarmente impressionato quando riuscii a vederlo al cinema. Sorprendenti le interpretazioni di Johnny Depp, Colin Farrell e Jude Law, in una specie di tributo dopo la morte di Ledger.


2010: Inception
Sembrerò banale, ma mi tocca andare su un altro film di Christopher Nolan. Uno di quelli che per capire ciò che succede nel finale devi andarti a cercare le cose su internet. Una cosa che è un indice di quanto mi sia piaciuto un film di fantascienza o thriller che sia. Ottimi effetti speciali e bellissima storia, su un argomento assolutamente affascinante.


2011: Il cigno nero (è del 2010, ma è uscito in Italia nel 2011)
Anche qui vado su un film che si potrebbe definire un thriller psicologico. L'ottima Nathalie Portman riesce a dargli una magia tutta sua, interpretando uno dei migliori ruoli che abbia visto negli ultimi tempi. Scettico visto che pensavo che uno degli argomenti principali fosse il balletto, ho dovuto ricredermi.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...