domenica 9 settembre 2012

Eva

Ringrazio sentitissimamente Cannibal Kid per aver segnalato questo film sul suo blog!


Spagna 2011
Titolo Originale: Eva
Regia: Kike Maìllo
Cast: Daniel Brühl, Marta Etura, Lluís Homar, Alberto Ammann, Claudia Vega, Anne Canovas
Genere: Drammatico, Fantascienza



La trama in breve: Nel 2041 il mondo sarà abitato da macchine, che vivranno assieme a noi. Alex, un ingegnere cibernetico, ritorna dopo 10 anni a Santa Irene, con la missione di costruire un robot che sappia riprodurre e provare le emozioni umane. Il robot sarà un bambino, dell'età di circa dieci anni. Mentre lavora a questo conosce Eva, una bambina (che poco dopo scoprirà essere sua nipote) a dir poco originale, che lui vuole usare come modello per il suo nuovo robot.


"Cosa vedi quando chiudi gli occhi?". Per noi esseri umani questa domanda può essere una delle questioni più metaforiche e poetiche che ci possano venire in mente. Ma, se volete sapere un segreto o se avete un robot per casa, questa domanda, per un robot è mortale. Quindi non pronunciatela mai davanti a un robot nè davanti alla sua variante umana, l'ingegnere.


"Cosa vedi quando chiudi gli occhi?". Io non vedo quasi mai nulla di concreto: il più delle volte mi vengono in mente mgliaia e migliaia di pensieri, a formare un turbine incontrollabile che fa fatica a dissolversi. Per questo mi piace sempre stare con gli occhi ben aperti e chiuderli solo per quel che serve a dormire.


"Cosa vedi quando chiudi gli occhi?". Senza aver chiuso gli occhi ho visto quella che è la nuova frontiera della fantascienza, quella già battuta di recente da Another Earth, che ho adorato in maniera pazzesca. La fantascienza umanistica. Quella che si concentra maggiormente sulle persone e sulle loro emozioni piuttosto che sugli effetti speciali dovuti ad ambientazioni future.


"Cosa vedi quando chiudi gli occhi?". Vedo un film, recitato e diretto in maniera ottima, che è capace di emozionare grazie alle storie dei personaggi che lo compongono. Vedo molte discussioni, sul fatto se sia possibile o no riprodurre artificialmente quello che tuttora ci contraddistingue in questo mondo, l'anima (per chi crede), o non so che altro (per chi non crede).


"Cosa vedete quando chiudete gli occhi?". Guardate questo film. E poi chiudete gli occhi.


Voto: 8

5 commenti:

  1. bello bello.
    film come questo e il da te citato another earth sono la fantascienza che preferisco

    RispondiElimina
  2. La fantascienza non è affatto il mio genere. O per lo meno, non lo è la fantascienza in stile Star Wars, Star Trek o Battlestar Galactica. Ho amato gli accenni fantascientifici di Lost, amo la fantascienza di Fringe, che comunque tenta di romanzare cose su cui ci sono delle teorie abbastanza fondate (come la teoria portante del telefilm che è quella del multiverso).

    Poi c'è questa fantascienza qui, che è fantascienza fino a un certo punto. In Another Earth è uno sfondo abbastanza lontano la parte fantascientifica, qui ha una componente molto più marcata, anche se non è quello di cui si vuole veramente parlare...

    RispondiElimina
  3. ah, subito subito mi era sfuggita la prima riga.
    grazie per la citazione! ;)

    RispondiElimina
  4. Doverosa, visto che l'avrei lasciato passare inosservato altrimenti... (ma su blogspot non arrivano notifiche se vieni citato?)

    RispondiElimina
  5. [...] Regia: Kike Maillo Genere: Fantascienza, Drammatico Leggi la mia RECENSIONE [...]

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...