mercoledì 12 settembre 2012

Qualche consiglio musicale - Episodio 4

Linkin Park - Living Things
Genere: Rock Elettronico, Alternative Rock
Dopo l'uscita del singolo "Burn it Down" che sta riscuotendo un discreto successo, è arrivato l'album, il quinto in studio per i Linkin Park. Fin dal singolo che ne anticipava la sua uscita, ma anche fin dal quarto album, "A Thousand Suns", si era capito che i Linkin Park sono l'ombra pallidissima di quelli che furono quando uscirono "Hybrid Theory" e "Meteora". Le canzoni di questo album, comunque ascoltabile per la prima metà, mentre nella seconda diventa un manifesto bello e buono alla noia, appaiono senza anima, ma soprattutto senza la cazzimma che contraddistingueva il modo di cantare, urlato ed aggressivo, di Chester Bennington. Un album, questo, fatto di canzoni mediocri e "normali", che perdono l'originalità che aveva contraddistinto il gruppo agli inizi della loro carriera.
Canzone preferita: Burn it Down
Voto: 5


Metric - Synthetica
Genere: Indie Rock, New Wave
Questo album è un'esperienza. Un'esperienza da fare assolutamente? Questo non lo so, ma io l'ho fatta ed è stata un'esperienza bellissima. Io che di solito di una band ascolto con maggiore attenzione il cantante, in questo caso ho dovuto farmi trasportare per tutta la durata del disco dal sound, assolutamente psichedelico, che fa molto uso di sintetizzatori elettronici e strumenti di questo genere. Nonostante tutte le canzoni abbiano ritmi molto schematici e classici, la potenza sta nell'uso oculato ed attento di tutti gli strumenti. Una voce, femminile, non eccezionale, che passa in secondo piano e fa da buon accompagnamento alla componente musicale.
Canzone preferita: Breathing Underwater
Voto: 8


Tragedy - Darker Days Ahead
Genere: Crust Punk
Dite quello che volete, ma il mio primo approccio con questo genere di musica è stato disastroso. Ora, posto che io ho un problema con la gente che canta in growl, ma soprattutto ho un problema molto molto più serio quando non capisco una ceppa di quello che il cantante dice. Probabilmente ci sta un motivo dietro a questo modo di cantare, una chiave di lettura che quasi sicuramente non possiedo, ma non riesco proprio a capirlo. Le canzoni dell'album, tra le altre cose, sono tutte molto simili. Si contraddistinguono tra di loro per i pochi e brevi pezzi in cui il gruppo tenta di dare una melodia a quello che precedentemente sembra solo essere un'accozzaglia di strumenti suonati tutti nello stesso momento.
Canzone preferita: Non me ne è piaciuta particolarmente nessuna
VOto: 3

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...