lunedì 29 ottobre 2012

Arrow

Arrow
(serie tv, stagione 1, ep. 1-3)
Rete Americana: The CW
Creatore Greg Berlanti, Marc Guggenheim, Andrew Kreisberg
Cast: Stephen Amell, Colin Donnell, Katie Cassidy, David Ramsey, Willa Holland, Jamey Sheridan, Susanna Thompson, Paul Blackthorne
Genere: Azione


La trama in breve: Oliver Quinn è un miliardario che, sopravvissuto ad un naufragio e dopo aver vissuto per cinque anni in un'isola deserta, torna a casa con l'intento di combattere il crimine, nei panni dell'eroe "notturno" Arrow (Freccia Verde in italiano).


E così, anni dopo la fine delle avventure di Superman, che con Smallville ci aveva presentato il personaggio di Arrow come un buon comprimario, ecco una serie interamente dedicata a lui. E' chiaro che un'idea del genere, che arriva dopo una serie che ci aveva abbastanza stracciato i maroni per ben dieci anni, può essere accolta con estremo scetticismo. Ma qui arriva la bella sorpresa. Intanto la decisione di tagliare completamente i ponti con il personaggio presentatoci nella vecchia serie, creandone uno con un volto nuovo e soprattutto presentandolo partendo dall'inizio.



Ed è così che grazie ad un episodio pilota assolutamente ben girato, sopra la media rispetto agli standard della rete su cui viene trasmesso, abbiamo un buonissimo protagonista, interpretato abbastanza bene da Stephen Amell, e dei buoni cattivi da combattere. E' chiaro che l'inizio punti prevalentemente sulla creazione di una trama piuttosto verticale, ma già qualche assaggio di trama orizzontale, che poi è quella che tiene attaccati allo schermo, ci è stato dato.


Come per ogni serie della CW che si rispetti ci vuole il sentimentalismo. Perchè in una rete guardata prevalentemente da un pubblico giovane c'è bisogno di mettere un po' di sentimentalismo a quanto pare (ho da poco compiuto 22 anni, sono giovane, ma non ne sento assolutamente il bisogno, però mi adatto a quello che vogliono i network). Ed è per questo che ci viene in aiuto la bella, secondo la mia opinione bellissima Katie Cassidy (per chi ha seguito "Supernatural", la Ruby bionda vi dice qualcosa?) in versione moretta. Che si, è un'attrice assolutamente anonima, ma mi dà comunque un motivo in più per continuare a guardare la serie (nonostante il guardare qualcosa solo perchè c'è l'attrice gnocca è una pratica che schifo nel profondo).


Nulla di nuovo come serie, ma riesce a coinvolgere fin da subito grazie a buone scene d'azione condite da rivedibili parti sentimentali. Comunque per ora una serie buona.


Voto: 6,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...