giovedì 18 ottobre 2012

Weekend al Cinema! - 18.10.2012

Come ogni Venerdì Giovedì (penso sarà difficile per me abituarmi a questa novità), ecco il nostro consueto appuntamento con le uscite cinematografiche della settimana, commentate preventivamente e basate quasi esclusivamente sui miei pregiudizi cinematografici. Settimana assolutamente poco interessante, a parte giusto un paio di uscite, una delle quali massacrata brutalmente dalla critica Americana, ma che comunque non lascerò passare inosservata.


Cogan - Killing them Softly di Andrew Dominik.
Massacrato e bastonato in lungo e in largo dalla critica statunitente, questo film, tratto da una crime novel a fumetti, sembra essere sotto ogni punto di vista l'uscita della settimana. Tutto passa dall'interpretazione che Brad Pitt saprà offrirci nel ruolo del killer maledetto, apparente antagonista di tutta la storia. Brad Pitt è una certezza ai miei occhi, tutto il resto no, ma l'interesse è molto alto.


Gladiatori di Roma di Iginio Straffi.
Sarà, ma io da un film d'animazione di questo tipo, per giunta italiano, per giunta doppiato anche da Belen Rodriguez (che se chiudesse la bocca una volta per tutte mi starebbe simpatica anche solo per le innegabili doti fisiche), non mi ispira nemmeno un minimo di fiducia. Negli ultimi anni non siamo più stati capaci di fare film che rimanessero. Qualche film carino è uscito, ma a memoria d'uomo me ne sono rimasti nel cuore veramente pochi. Ora che ci diamo anche all'animazione, uno dei generi più complicati, sarà la nostra rovina.


Il comandante e la cicogna di Silvio Soldini.
Secondo film italiano in uscita questa settimana. Il cast è di quelli considerati nel nostro paese, di alto livello. Manca giusto Favino per completare l'opera. Scherzi a parte (Favino mi piace veramente però, tutti gli appartenenti al cast di questo film nemmeno un po'), film evitabile in quanto solita commedia di cui ne vediamo fin troppe nell'ultimo periodo.


Il matrimonio che vorrei di David Frankel.
Il matrimonio che vorrei... non vede Meryl Streep tra gli invitati. Nonostante di film in cui lei è protagonista ne abbia visti veramente pochi, mi sono rotto le palle solo a sentirla nominare. E' dappertutto sta donna, basta, basta, basta!


Le migliori cose del mondo di Laìs Bodanzky.
Questo può essere un film interessante. Una specie di film di formazione in cui viene narrata una storia assolutamente normale e comune. Spesso è da questo che nascono le cose migliori, staremo a vedere.


The Wedding Party di Leslye Headland.
"Una notte da leoni" in salsa femminile? Sarà sicuramente più scialbo, visto che uno dei maggiori luoghi comuni sulle donne è che non abbiano il minimo senso dell'umorismo. Accogliendo nel mio cuore questo immenso pregiudizio dico che comunque, visto il cast, il film si può rivelare molto molto interessante. Posto però che le donne non hanno senso dell'umorismo.


P.S.: l'ultima cosa scritta ha chiaro intento ironico e provocatore, figlio di un'immagine che mi sono costruito nella vita reale per amplificare l'ironia di alcune mie battute ma che tutti sanno essere finta, ovvero quella del maschilista. Commenti di donne/ragazze infuriate per la mia battuta saranno comunque ben accetti. Ma dimostreranno il fatto che le donne non hanno senso dell'umorismo.

2 commenti:

  1. Ciao, la tua impressione riguardo al film "Le migliori cose del mondo" non è assolutamente sbagliata ;-) ma vorrei lasciar parlare al posto mio tutti i contributi, le recensioni ed i commenti che puoi (e potete) trovare sul blog ufficiale http://www.cineama.it/lemiglioricosedelmondo e sulla Fan Page su Facebook https://www.facebook.com/lemiglioricosedelmondo

    Passate a dirci la vostra?
    Vi aspettiamo!

    RispondiElimina
  2. Assolutamente! A breve cercherò anche di vederlo, così da farmene un'idea ben precisa!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...