lunedì 10 dicembre 2012

Ruby Sparks

USA 2012
Titolo Originale: Ruby Sparks
Regia: Jonathan Dayton, Valerie Faris
Cast: Paul Dano, Zoe Kazan, Antonio Banderas, Annette Bening, Chris Messina, Deborah Ann Woll, Steve Coogan, Elliott Gould, Alia Shawkat, Toni Trucks, Aasif Mandvi, Wallace Langham
Genere: Commedia


La trama in breve: Calvin è uno scrittore che, dopo aver avuto successo con il suo primo romanzo, ha avuto il famoso blocco dello scrittore, non riuscendo più a pubblicarne un secondo. La sua crisi non è solamente lavorativa ma anche sentimentale. A seguito di un sogno, Calvin riesce a superare il blocco dello scrittore descrivendo la donna apparsagli nel sogno e creando il personaggio di Ruby Sparks. Quando il personaggio però gli si presenta a casa sua in carne ed ossa la vita di Calvin viene sconvolta dal pensiero di aver "creato" la sua ragazza.


Un film quasi autobiografico per la coppia, nella vita e nel lavoro, dei registi Jonathan Dayton e Valerie Faris, che, sei anni dopo il successo e l'acclamazione ottenuti con "Little Miss Sunshine", ritornano con la loro seconda opera. Chissà se anche loro, come il protagonista del film Calvin, hanno vissuto il problema del blocco dello scrittore. D'altronde si sa, l'opera seconda è sempre una delle più difficili, soprattutto se si ha avuto successo con la prima. Probabilmente questa opera seconda non verrà acclamata quanto la prima, ma contiene grossi spunti di riflessione ed è assolutamente soddisfacente e coinvolgente.



Ma il film non è solo una bellissima indagine su com'è la vita di chi scrive (nel film si parla di uno scrittore di romanzi, ma la cosa si può applicare in qualsiasi ambito, dalla musica ai film) e sulle difficoltà che deve affrontare. La componente romantica apre a riflessioni che nella maggior parte delle commedie romantiche vengono banalizzate.


La ricerca della persona giusta con cui condividere la propria vita, ad esempio, che da Calvin viene vista come un grosso problema, lo porta prima a crearsi un personaggio immaginario, poi, quando si rende conto che il suo personaggio è diventato reale, inizia a giocare col fatto che può comandarla a suo piacimento, soddisfando ogni suo desiderio e dandogli l'illusione di poter risolvere la sua profonda solitudine.


Metaforicamente la creazione di Ruby Sparks può essere vista come l'idealizzazione di quel qualcosa che non tutti riescono a trovare con facilità.
Tra parentesi, Zoe Kazan, che interpreta Ruby, dal punto di vista fisico non è neanche questa bellezza oggettiva. Ha un fascino molto particolare, oserei dire ricercato, che non è detto colpisca subito. Scelta azzeccata per interpretare un personaggio che vuole essere molto più che un giocattolino nelle mani di Calvin.


Voto: 8,5

1 commento:

  1. [...] Regia: Jonathan Dayton, Valerie Faris Genere: Commedia Leggi la mia RECENSIONE [...]

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...