martedì 29 gennaio 2013

American Horror Story: Asylum - Season Finale: "Madness Ends"

Chiuso l'anno scorso il capitolo della casa abitata dalla famiglia Harmon (e da tutti i precedenti proprietari che sono morti lì dentro), ecco che Ryan Murphy e la sua ciurma decidono di fare un bel reset e di proporre nella seconda stagione una storia... da matti!!! Ambientata nel manicomio Briarcliff, gestito da Suor Jude e Suor Mary Eunice, all'interno del quale accadono cose cruente e al di fuori della logica umana, nel quale tra le altre cose vive uno spietato serial killer, Bloody Face.


Ogni puntata della serie inizia così. Nella prima puntata della prima stagione ricordo che solo la sigla mi mise un'ansia incredibile. Questa se si può, è ancora peggio.







Confermati molti dei membri del cast della prima stagione, quelli che più di altri avevano contribuito a rendere la prima stagione qualcosa di veramente grande e monumentale. Jessica Lange interpreta Suor Jude, Dylan McDermott interpreta il Bloody Face dei nostri giorni, Zachary Quinto uno psichiatra giudiziario psicopatico, Sarah Paulson (che nella prima serie aveva avuto un ruolo abbastanza piccolo) una giornalista omosessuale e Evan Peters. Con la illustre aggiunta di James Cromwell nei panni del dottor Arden, della bravissima Lily Rabe nei panni dell'idolesca Suor Mary Eunice e del pessimo Joseph Fiennes (ricordate FlashForward?) nei panni del Monsignor Howard.


In questa seconda storia dell'orrore firmata Ryan Murphy ne abbiamo viste di ogni. Il Demonio, gli alieni, il serial killer, gli esperimenti sugli umani, il tutto confezionato in una maniera di livello molto molto alto e soprattutto grazie a delle interpretazioni sopra le righe. Da elogiare in maniera particolare la solita, immensa, Jessica Lange e la mezza sorpresa Sarah Paulson. Da mandare a fare un lavoro molto molto pesante, di quelli che fanno venire il mal di schiena, Joseph Fiennes, che ha questa capacità di fare una ed una sola espressione in qualsiasi situazione si trovi il suo personaggio. La sua espressione è qualcosa di molto simile a questa faccina interello.


Per il resto, secondo me, la stagione è partita a razzo nelle prime puntate. E' già ora un cult, è destinata a diventarlo ancora di più in un futuro spero molto avanzato quando la serie chiuderà. Ma ho trovato che la scelta di inserire tante, veramente troppe cose all'interno della trama alla fine della serie ha lasciato un po' le cose troppo in sospeso. La puntata finale è stata sì intensa ma molte delle sottotrame sembrano essere state chiuse un po' alla rinfusa e perchè appunto andavano chiuse, senza riuscire a rendere bene la cosa.


Voto alla seconda stagione: 8
Voto al finale di stagione: 7,5


E ora, vorrei rendere omaggio a uno dei momenti più cult, senza senso, creepy e assurdi di questa stagione. Un momento veramente assolutamente geniale e sopra le righe. Gustatevelo TUTTO!


[youtube=http://www.youtube.com/watch?annotation_id=annotation_855559&feature=iv&src_vid=3e37NtAYb5g&v=5MG4UnjnI_k]


E sì che nella prima parte della stagione ci avevano martellato il cervello con questa canzoncina, rischiando di far sì che i pazzi diventassimo noi, non gli abitanti del manicomio.






11 commenti:

  1. [...] (stagione 7) Homeland (stagione 2) Fringe (stagione 5) American Horror Story: Asylum (stagione 2) Banshee (stagione 1) Pretty Little Liars (stagione 3) The Walking Dead (stagione 3) Utopia [...]

    RispondiElimina
  2. […] (stagione 2) Fringe (stagione 5) American Horror Story: Asylum (stagione 2) Banshee (stagione 1) Pretty Little Liars (stagione 3) The Walking Dead (stagione 3) Utopia […]

    RispondiElimina
  3. […] American Horror Story: Asylum (stagione 2) […]

    RispondiElimina
  4. […] L’anno scorso la serie era arrivata prima. Leggi il mio commento al SEASON FINALE. […]

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...