venerdì 22 febbraio 2013

Anna Karenina

Regno Unito, Francia 2012
Titolo Originale: Anna Karenina
Regia: Joe Wright
Cast: Keira Knightley, Aaron Johnson, Jude Law, Matthew Macfadyen, Kelly Macdonald, Domhnall Gleeson, Alicia Vikander, Michelle Dockery, Emily Watson, Olivia Williams, Holliday Grainger, Hera Hilmar, Ruth Wilson
Genere: Drammatico


La trama in breve: Il film è l'adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Lev Tolstoj.


Premetto che non ho mai letto il romanzo di Tolstoj e mai nella mia vita ho avuto intenzione di farlo. Mai come ora chiaramente. Questo Joe Wright qui ci sa fare, ci sa fare eccome e, seppur nella sua carriera non spicca ancora una sceneggiatura originale di grande successo (lo era stato "Hanna", ma è indicativo il fatto che non ne abbia mai sentito parlare. Cioè, è indicativo della mia ignoranza, magari è stato pure un gran film, non sapre. Provvederò), i suoi adattamenti di romanzi sono sempre riusciti a tirar fuori qualcosa non di buono, ma di buonissimo.



Lo era stato già il film del 2005 "Orgoglio e Pregiudizio", suo esordio alla regia, e "Espiazione", una vera e propria perla, entrambi connotati dalla presenza della sua musa izspiratrice, Keira Knightley. E questo "Anna Karenina" non è affatto da meno. Una regia sapiente per un film che merita di certo una visione. Poi la storia narrata nel libro può non essere così affascinante (come non lo era per me quella di "Orgoglio e Pregiudizio", film dal quale comunque sono rimasto assai affascinato), ma il film merita la visione.


Dopo un inizio molto musicaleggiante e ritmato, con musiche firmate, così come in "Orgoglio e Pregiudizio" (E BASTA!!!!), da Dario Marianelli, che sforna capolavori di colonne sonore capaci di farti veramenten sentire la tensione della pellicola, il film è molto giocato sui giochi di sguardi tra la protagonista Anna Karenina e il Conte Aleksej Vronskij tra i quali nascerà una storia d'amore adulterina. Non è però sulla storia che preferisco concentrarmi, ma sulla eccezionale bravura dei due interpreti.


La Knightley è diventata ormai maestra nel far capire allo spettatore che cosa prova il suo personaggio con un solo sguardo. E' veramente fenomenale il modo in cui le espressioni del suo viso siano un vero e proprio specchio. Nel suo viso si vede tutto quello che una donna può provare, ma veramente tutto (ecco diciamo che era più bella in "Orgoglio e Pregiudizio" quando aveva solamente 20 anni, però non si può certo dire stia "invecchiando" male). Fenomenale secondo me su tutte è la scena del ballo tra Anna e Aleksej. In una scena in cui si respira tutta la tensione, la vicinanza delle due persone.


Voto: 8,5

1 commento:

  1. Sarà che proprio la Knightley non la digerisco, sarà che i film "barocchi" proprio non mi attirano, ma dopo l'Anna karenina del 1997 con Sophie Marceau, per me è finita ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...