domenica 21 luglio 2013

π - Il teorema del delirio

USA 1998
Titolo Originale: π
Regia: Darren Aronofski
Sceneggiatura: Darren Aronofski
Cast: Sean Gullette, Mark Margolis, Ben Shenkman, Pamela Hart, Stephen Pearlman
Genere: Thriller


La trama in breve: Maximilian Cohen è un matematico molto brillante, che vive quasi interamente il suo tempo chiuso in una stanza assieme al suo computer. Soffre di continue emicranie causate dal fatto di aver guardato direttamente il sole quando aveva sei anni ed è costretto a prendere continuamente pillole per ridurre il dolore.


Chi mi conosce sa quanto a me piaccia la matematica. Sì, non sono certo ai livelli del protagonista del film (me la cavo abbastanza con le moltiplicazioni a mente), ma trovo che il mondo dei numeri, delle ricorrenze e della geometria sia qualcosa di alquanto affascinante e che andrebbe apprezzato di più di quanto si faccia ora. Parentesi che non c'entra col film, odio alla follia il fatto che il 90% delle persone conosca solo la frase "la matematica non sarà mai il mio mestiere" della canzone di Venditti "Notte prima degli esami". E' una cosa che mi turba nel profondo.



Comunque, parlando del film. Un film che affronta la matematica come punto di collegamento con tutte le altre scienze ed addirittura con la religione, in grado di farti riflettere e di farti entrare quasi completamente dentro quel maledetto laboratorio in cui il nostro protagonista lavora.


Dunque la prima opera di Darren Aronofski, colui che ho imparato ad adorare grazie allo splendido "Il cigno nero", è un'esperienza sia scientifica, sia metafisica e perchè no, addirittura quasi religiosa, che ti trasporta in un mondo piuttosto folle ed intricato. L'uso del bianco e nero con pellicola sgranatissima, aiuta a creare questo effetto. Per lo spettatore il delirio è assicurato, nel seguire il delirio proprio del protagonista.


Voto: 9

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...