giovedì 8 agosto 2013

L'ultimo esorcismo

Ci sono due cose nei film horror che mi fanno veramente moltissima paura. Una sono gli attacchi da parte di uccelli, l'altra sono il demonio e gli annessi esorcismi.


USA 2010
Titolo Originale: The Last Exorcism
Regia: Daniel Stamm
Sceneggiatura: Huck Botko, Andrew Gurland
Cast: Patrick Fabian, Ashley Bell, Louis Herthum, Iris Bahr, Caleb Landry Jones, Tony Bentley, John Wright Jr, Shanna Forrestall, Justin Shafer, Becky Fly, Logan Craig Reid, Denise Lee, Jana Kaderabkova
Genere: Horror


La trama in breve: Cotton Marcus, reverendo protestante, si reca a Ivanwood per praticare il suo ultimo esorcismo su Nell Sweetzer, una giovane ragazza appartenente ad una famiglia contadina. I suoi però sono dei finti esorcismi, che utilizzano stratagemmi per fare leva sull'ingenuità e sulle credenze popolari. La giovane però, questa volta, è davvero posseduta dal demonio.


I film horror sul demonio, di solito mi fanno davvero abbastanza paura, mi turbano nel profondo. Nell'impresa di farmi schifo e per niente paura finora ci era riuscito soltanto "L'altra faccia del Diavolo", una bestialata che non consiglierei nemmeno al mio peggior nemico, la morte di qualsiasi tipo di cinematografia.



Con questo film, e con il suo seguito di cui vi parlerò domani, siamo riusciti nell'impresa di non turbarmi neanche un pochettino con un film sul Diavolo. Per il resto siamo alle solite, il solito trito e ritrito stile mockumentary, che ha rotto le palle come non mai (sceneggiatori e registi di tutto il mondo, leggetemi: NONOSTANTE IL SUO SUCCESSO "THE BLAIR WITCH PROJECT", CAPOSTIPITE DEI MOCKUMENTARY, E' UN FILM DI MERDA! BASTA TENTARE DI IMITARLO PER FAVORE!!!), il solito esorcismo con ossa che scrocchiano e sangue che vola.


Anzi no, in questo film nemmeno gli esorcismi ci sono quasi. Un solo esorcismo, la protagonista che solo una volta parla con la voce demoniaca, l'osso del collo che scrocchia in un modo alquanto strano una sola volta. Ma che film sul diavolo avete fatto scusate? Unica nota piuttosto positiva è la protagonista femminile interpretata da Ashley Bell, brava con le sue espressioni a rendere quanto meno vagamente l'idea di una persona posseduta.


Finale tra le altre cose assolutamente incomprensibile, in pieno accordo con gli altri mockumentary realizzati (si, "Paranormal Activity", sto proprio parlando con te), che spiegano una cosa semplicissima nel giro di cinque o sei film almeno i produttori e i cineasti ci guadagnano un qualche soldino in più. Ma il secondo capitolo spiegherà il finale della storia?


Voto: 3,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...