venerdì 11 ottobre 2013

Oasis (2002)

Corea del Sud 2002
Titolo Originale: 오아시스 (Oasis)
Regia: Lee Chang-dong
Sceneggiatura: Lee Chang-dong
Cast: Sol Kyung-gu, Moon So-ri, Ahn Nae-Sang, Ryoo Seung-wan, Chu Gui-Jeong, Kim Jin-Jin, Sohn Byung-Ho, Yoon Ga-Hyun, Park Kyung-Geun, Park Myeong-shin
Durata: 135 minuti
Genere: Drammatico

La trama in breve: Jongdu Hong è un uomo odiato da tutti, dissociato completamente dalla realtà che fa dentro-fuori dalla prigione. Dopo la sua ultima condanna di due anni e mezzo, scontata per aver ucciso una persona mentre guidava ubriaco, cerca in ogni modo di scusarsi con la famiglia dell'uomo. Conosce così la figlia di quell'uomo, Seolee Han, colpita da ictus cerebrale e costretta a vivere in sedia a rotelle.


Raramente ho dei rapporti visivi con il cinema orientale, però ogni tanto, su consigli da parte di forum o di persone che conosco, non disdegno provare a guardarne qualcuno. Questo film del 2002 presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e vincitore del premio Marcello Mastroianni è un piccolo grande gioiellino della cinematografia coreana.

Uno dei grandissimi meriti di questa pellicola è quello di farci vivere da molto vicino la storia che viene raccontata, creando una certa empatia con il protagonista, odiato da tutti e fuori dal mondo, che appare non essere in grado di comportarsi in maniera convenzionale. Ed è proprio anticonvenzionale la sua storia "d'amore" con la protagonista.

Essa viene raccontata con una certa attenzione alle emozioni dei due personaggi principali con anche delle scene in cui viene particolarmente evidenziata la natura di Jongdu: immaginarsi la donna che ama in condizioni naturali, non malata, non costretta su una sedia a rotelle ma in grado di poter vivere una vita normale con il suo compagno. E queste visioni gli danno la convinzione che in qualche modo lei provi le stesse cose che prova lui.

Voto: 8,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...