venerdì 25 ottobre 2013

Una piccola impresa meridionale (2013)

Italia 2013
Titolo Originale: Una piccola impresa meridionale
Regia: Rocco Papaleo
Sceneggiatura: Valter Lupo
Cast: Rocco Papaleo, Riccardo Scamarcio, Barbora Bobulova, Sarah Felberbaum, Claudia Potenza, Giuliana Lojodice, Giovanni Esposito, Raffele Giorgio Colangeli, Giampiero Schiano, Mela Esposito
Durata: 102 minuti
Genere: Commedia

La trama in breve: Un ex prete viene confinato dalla madre in un faro di sua proprietà, in modo che in paese non si sappia il motivo per cui si è spretato. Al faro inizieranno pian piano ad accorrere alcune persone a lui vicine, come il cognato Arturo la cui moglie è scappata con l'amante, e due sorelle ex prostitute.


Lo ammetto: a parte rarissime eccezioni ho un problema davvero molto serio con il cinema italiano. Perchè? Perchè è confinato ormai ad un solo ed unico genere, mentre i film che potrebbero essere validi non vengono mai presi in considerazione.

Ho un altro problema molto serio io: non sopporto Rocco Papaleo. Ma non lo sopporto nel senso che mi dà proprio fastidio. E' una di quelle poche persone che anche se facesse una battuta divertente (cosa che comunque con Rocco Papaleo capita molto, ma molto, raramente) penso che non riderei per principio (cosa che faccio in maniera giornaliera con tutte quelle persone che mi stanno sui coglioni ma che vogliono per forza passare per simpatiche).

Poste queste due premesse, sul film sinceramente c'è proprio poco poco da dire. Dominato in scena dal poco, ma proprio poco, pochissimo, divertente Rocco Papaleo, alla fine della fiera ne viene fuori una commediola di cui non si capisce bene da che spunto tanto strano voglia partire e ancora meno si capisce dove Diavolo voglia arrivare.

E il tutto viene messo in scena con un ritmo talmente lento che è da latte alle ginocchia. D'altronde a me Papaleo non fa ridere nemmeno un po' proprio perchè la sua comicità è lenta, sfiancante, sembra quasi che le battute gliele devi tirare tu fuori dalla bocca, cosa che per un comico risulta davvero insopportabile. Lentezza di Papaleo che si riflette sul suo film, da lui stesso diretto. E qui si capisce tutto.

ZomboDroid24102013062541

Voto: 4

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...