lunedì 23 dicembre 2013

Il giorno degli zombi (1985)

USA 1985
Titolo Originale: Day of the Dead
Regia: George A. Romero
Sceneggiatura: George A. Romero
Cast: Lori Cardille, Terry Alexander, Joseph Pilato, Jarlath Conroy, Anthony Dileo Jr., Richard Liberty, Sherman Howard, Gary Howard Klar, Ralph Marrero, John Amplas, Phillip G. Kellams, Taso N. Stavrakis, Gregory Nicotero
Durata: 104 minuti
Genere: Horror

La trama in breve: Dopo il loro risveglio, i morti stanno dominando il mondo intero, costringendo le poche persone rimaste in vita a rifuagiarsi in bunker sotterranei. In uno di questi bunker, il dottor Logan sta conducendo esperimenti sui non morti per identificare il centro nevralgico da cui è partito il loro risveglio.

E pian piano la saga degli zombie di Romero sta prendendo forma nella lista delle mie visioni e, con il terzo capitolo, raggiunge in me un certo rispetto. La saga originaria finisce e a breve incomincerà la seconda trilogia, quella del nuovo millennio, quella di cui ho visto recentemente "Diary of the Dead" e ne sono decisamente rimasto abbastanza deluso.

Un film forse in tono minore rispetto ai due precedenti, ma meritevole comunque di un certo rispetto. Così, dopo aver criticato la Guerra nel Vietnam con "La notte dei morti viventi" e l'era del consumismo con "Zombi", ecco che la critica di Romero si sposta verso la politica di Reagan e verso le sue follie in ambito economico.

Nella trilogia originale vi è anche un interessante escalation del fenomeno dei morti viventi, mentre ne "La notte dei morti viventi" il fenomeno è abbastanza isolato, in "Zombi" si ha generale confusione, ne "Il giorno degli zombi" la situazione si è letteralmente capolvolta rispetto alle origini, con gli zombie a dominare il mondo e gli uomini ad essere rimasti un'esigua minoranza.

Il tono preso da questo film, leggermente minore rispetto ai due precedenti lavori, è comunque di tutto rispetto. Viene leggermente abbandonata la tensione palpitante, comunque presente, per presentarci le cose sotto una forma molto più razionale. Sempre se razionale può essere studiare il cervello dei morti. I protagonisti vivono praticamente assieme a loro, alcuni con l'incubo che i morti si possano liberare e uccidere tutti da un momento all'altro. Abbandonando leggermente la tensione, il film si lascia però andare a scene di violenza notevole, risultando tra quelli della prima trilogia il più sanguinoso di tutti.

Voto: 7,5

2 commenti:

  1. secondo me invece questo è il migliore della saga Romeriana, un vero CULT, nonchè il mio zombi movie preferito ;-)

    RispondiElimina
  2. la prima volta che l'ho visto non mi è piaciuto , invece poi rivedendolo è entrato di diritto nei miei preferiti di Romero...colpisce più il cervello e meno le viscere rispetto agli altri....

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...