venerdì 27 dicembre 2013

Indovina chi viene a Natale? (2013)

Italia 2013
Titolo Originale: Indovina chi viene a Natale?
Regia: Fausto Brizzi
Sceneggiatura: Fausto Brizzi, Fabio Bonifacci, Marco Martani
Cast: Claudio Bisio, Claudia Gerini, Raoul Bova, Angela Finocchiaro, Diego Abatantuono, Cristiana Capotondi, Carlo Buccirosso, Rosalia Porcaro, Isa Barzizza, Gigi Proietti, Massimo Ghini
Durata: 95 minuti
Genere: Commedia

La trama in breve: Il film racconta la riunione familiare di una famiglia molto allargata per le feste natalizie, accogliendo anche i due nuovi arrivati: il nuovo fidanzato di Chiara, maestro elementare odiato dai due figli di lei, e Francesco, il ragazzo di Valentina senza le braccia, che i genitori di lei faranno di tutto per mandare fuori di casa.

A me solitamente il panettone piace mangiarlo a Natale, non guardarlo al cinema. Eppure sti cinepanettoni vanno così tanto nei cinema a Natale che non se ne può assolutamente rimanere indifferenti. Oddio, forse sì, sarebbe meglio rimanerne indifferenti, però sti film sono come quando Berlusconi vince le elezioni: nessuno lo ha votato eppure è sempre lì (alle prossime si spera vivamente di no). Così succede a questi film: tutti dicono "che schifo, che schifo, non lo vedrò mai!" eppure puntualmente sono sempre i primi classificati per incassi ricevuti. Tranquilli, per quanto mi riguarda questi di soldi da me non ne hanno ricevuti, anche perchè, se il cinepanettone di Neri Parenti ormai lo salto ogni anno a priori, quello di Fausto Brizzi di solito una sbirciatina gliela dò. Non proprio volentieri, non proprio perchè mi uccide dalle risate, ma perchè non ho un cazzo da fare la sera dopo aver mangiato come una fogna e, vedendo un film impegnativo crollerei dopo mezzio minuto.

Che poi, sotto certi aspetti, anche questo film è impegnativo. Molto impegnativo. E' impegnativo riuscire ad arrivare alla fine senza iniziare a praticare dell'autolesionismo. Autolesionismo perchè hai avuto la pessima idea di guardarlo e perchè sai che un certo tipo di comicità non ti soddisfa per nulla ma se così scemo da voler vedere questo tipo di film con quel tipo di comicità. Sai anche che, a parte Bisio e Abatantuono (e la Capotondi ma solo perchè mi piace motlo fisicamente), tutti gli altri protagonisti ti stanno sulle palle e fanno solo del male al cinema e alla televisione e allo spettacolo tutto. Non che Bisio e Abatantuono abbiano sempre fatto del bene al cinema, ma perle come "Mediterraneo" e "Regalo di Natale" il primo e come "Si può fare" il secondo, le hanno sapute regalare.

Per il resto obiettivamente sul film non c'è molto da dire così coem non ha molto da dire nemmeno il film stesso. Tenta di trattare il tema della disabilità e lo fa in maniera piuttosto scialba, superficiale e a volte ridicola. Cerca di fare ironia sulle amate/odiate riunioni di famiglia per le feste natalizie, ma ne esce fuori un qualcosa di poco pungente quasi a livelli di buonismo. Si passa un'ora e mezza a cervello zero senza pensare a nulla, questo bisogna dargliene atto. Se il suo lavoro fosse solo quello sarebbe riuscito alla perfezione.

Voto: 4,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...