sabato 8 febbraio 2014

Alla ricerca di Jane (2013)

Gran Bretagna, USA 2013
Titolo Originale: Austenland
Regia: Jerusha Hess
Sceneggiatura: Shannon Hale, Jerusha Hess
Cast: Keri Russell, JJ Feild, Bret McKenzie, Jennifer Coolidge, Georgia King, James Callis, Jane Seymour, Ricky Whittle
Durata: 96 minuti
Genere: Commedia

La trama in breve: Jane Hayes è una donna americana ossessionata dal personaggio di Mr Darcy talmente tanto da non trovare un uomo che soddisfi le sue aspettative. Stufa di questa situazione decide di recarsi nel Regno Unito per partecipare ad un resort interamente dedicato a Jane Austen e ai suoi romanzi.

Oh si!!! Un film che parla di una fan complessata di Jane Austen, ma talmente complessata da essere totalmente incapace di vivere una storia d'amore che sia degna di questo nome, totalmente incapace di non far scappare ogni uomo che le capiti a tiro e talmente complessata da spendere tutti i suoi risparmi non per una vacanza normale all'insegna del sesso e del rock & roll (che sarebbero soldi ben spesi), ma per andare in un camp totalmente dedicato a Jane Austen e ai suoi racconti! MA CHE BELLO! MA QUANTO AMORE PER QUESTA DONNA!!!

"ORGOGLIO": Jane Austen. Sono stato costretto a leggere il romanzo "Emma" alle superiori e l'ho odiato come poche cose in vita mia. Costretto da una prof rimasta zitella e totalmente arrabbiata col mondo e con i suoi alunni, specialmente se uomini, tanto da affermare che il libro di Jane Austen che ci dava da leggere come compito fosse perchè "voi uomini non capite le donne". E sarà un caso, ma questa frase la pensa chiaramante chiunque, E SOTTOLINEO CHIUNQUE, sia fan di Jane Austen (e mi limito solo a chi conosco io...). Evidentemente deve essere scritto a chiare lettere in un suo romanzo. Oppure detto con la sagace ironia che contraddistingue l'autrice.

"E PREGIUDIZIO": Un film su una fan di Jane Austen deve per forza di cose fare schifo. Ed effettivamente così è stato, anche se questo pregiudizio mi è stato smentito già da Joe Wright con la trasposizione di "Orgoglio e Pregiudizio", assolutamente un film valido, slla cui storia non condivido una virgola, ma con il quale mi sono trovato abbastanza soddisfatto dalla visione. Ma le trasposizioni sono una cosa, le cagate sono un'altra.

"RAGIONE": Ora voi vi chiederete cosa potrebbe avermi spinto a guardarmi sto film, visti gli innumerevoli "Orgogli e Pregiudizi" che avevo su di esso (e ne ho elencati solo due!). La ragione fondamentalmente era di spernacchiarlo, anche se probabilmente avrei potuto evitare di guardarmi il film e spernacchiarlo comunque che tanto ci avrei azzeccato lo stesso.

"E SENTIMENTO": E' un film che in più frangenti rasenta il ridicolo (che è assolutamente diverso dall'avere effetto comico). Rasenta il ridicolo quasi in maniera patetica, come nella grottesca quanto tristissima scena del teatro. Poi ovviamente viste le premesse non è che mi aspettassi qualcosa di diverso, però questo film mi ha dato conferma che per andare più in basso del punto più basso mai raggiunto basta solo scavare un po'. Inoltre si capisce bene che in questi posti vanno o persone che hanno una voglia incredibile di scopare (e sperano di riuscire a farlo con uno degli attori del parco (!!!) che ovviamente, ESSENDO UOMINI, cederebbero di sicuro, come lascia passare il messaggio del film) o persone che sono talmente invasate da non capire la differenza tra romanzo di fantasia e realtà.

Detto questo, io non ho nulla contro chi legge i romanzi di Jane Austen, del resto a qualcuno non piacerà ciò che leggo io e me ne faccio tranquillamente una ragione. Il problema è quando ciò che si legge nel romanzo diventa un'aspettativa di vita, una ricerca di un uomo che in realtà è solo un personaggio inventato per fare piacere alle persone che avrebbero letto il romanzo. Ma che in realtà non esiste (anche se alla fine del film, ovviamente, viene fatto passare il messaggio che quest'uomo esista...), non è mai esistito e mai esisterà. Perchè "I ragazzi sono stupidi e puzzano" (come recita il titolo di un simpatico librettino per bambini), ma soprattutto perchè quando crescono diventano superficiali e pensano solo a scopare.

Voto: 3

2 commenti:

  1. non sono mai stato un fan di jane austen, però questo film mi incuriosiva più che altro per la presenza della sempre brava keri russell..
    adesso però mi hai fatto un po' passare la voglia di guardarlo... :)

    per altro ho sentito critiche anche dalle fan di jane austen, quindi questo film non è piaciuto credo a nessuno. mi toccherà fare il bastian contrario e rivalutarlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me sarebbe stato un film di merda anche se il tema fosse stato un altro. Ovvio io non sopporto Jane Austen per vari motivi, ma avesse parlato di qualsiasi altra cosa, realizzato così, avrebbe fatto schifo...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...