domenica 9 marzo 2014

Creepshow (1982)

USA 1982
Titolo originale: Creepshow
Regia: George A. Romero
Sceneggiatura: Stephen King
Cast: Hal Holbrook, Leslie Nielsen, Adrienne Barbeau, Ed Harris, Ted Danson, Stephen King, Joe King, Robert Harper, Gaylen Ross, Fritz Weaver, Stanley, Carrie Nye, E.G. Marshall, Warner Shook, Viveca Lindfors, Elizabeth Regan
Durata: 115 minuti
Genere: Horror, Thriller

La trama in breve: Un padre rimprovera pesantemente il figlio dopo averlo trovato, per l'ennesima volta, mentre leggeva un fumetto dai contenuti raccapriccianti. Gettato il fumetto in un cassonetto, il bambino inizia a pregare i personaggi di fare vendetta, in tal modo essi prendono vita ed inizano ad accerchiare la casa.

Iniziamo in questo modo giusto per mettere subito le cose in chiaro: non ho mai particolarmente amato i film a episodi in generale, li ho sempre trovati fondamentalmente dei guilty pleasure, qualsiasi fosse il loro tema. Siccome non riesco quasi mai ad apprezzarli nella loro interezza, questa volta provo a giudicarli storia per storia, anche perchè, in questo caso, l'unico filo conduttore di tutte le storie è il genere horror/thriller, non tanto un tema particolare e cose del genere.

1 - La festa del papà

Trama: Nel giorno della festa del papà, Natham Grantham, ucciso anni prima dalla figlia Bethelia, ritorna dal mondo dei morti. In quello stesso giorno la famiglia di Bethelia è impegnata nella riunione annuale di famiglia.

Diciamo che tra tutte e cinque le storie che compongono questo film questa è quella che ho apprezzato di meno, o forse quella che non ho apprezzato proprio quasi per nulla. Ho trovato la trama piuttosto ridicola e anche il mostro di Natham, che non dico dovrebbe far paura, anche perchè tutte le storie non fanno paura, essendo sì storie horror, ma per lo più rivolte a ragazzi, non a persone adulte, si limita a uccidere un paio di persone gridando sempre che vuole la sua torta. NON APPROVATA.
Voto: 5


2 - La morte solitaria di Jordy Verrill

Trama: Un piccolo meteorite cade nel terreno di un contadino. Il contadino se ne impossessa, pensando di poterci concludere un affare, ma pian piano inizierà a trasformarsi misteriosamente in un vegetale.

Leggera risalita per il film, ma ancora non ci siamo del tutto. Ho particolarmente apprezzato l'interpretazione di Stephen King (anche autore delle storie) nei panni del contadino squilibrato. Anche la trasformazione del personaggio nel corso della storia risulta interessante ed alquanto inquietante ma non riesce ad avere il giusto mordente per essere una storia davvero di qualità.

Voto: 6


3 - Alta marea

Trama: Un marito tradito decide, per vendicarsi, di seppellire la moglie e il suo amante in riva al mare con solo la testa fuori dalla sabbia, in attesa che rimangano annegati per l'alta marea.

Questa è la storia centrale ed anche, secondo me, la più bella dell'intero film. E a renderla davvero speciale è l'interpretazione di Leslie Nielsen, nel per me ruolo inedito di cattivo della storia. Essendo abituato a guardarlo in ruoli demenziali e comici, per me la sua interpretazione è stata la vera sorpresa del film, che contribuisce in maniera decisiva a creare un gran crescendo in tensione nel terzo episodio di questo film.
Voto: 7,5


4 - La cassa

Trama: In un sotterraneo universitario vi è una cassa che ospita una creatura misteriosa sin dal 1834. La creatura, scoperta da due persone, uccide un uomo, mentre un amico vede la creatura come una soluzione ideale per sbarazzarsi dell'odiosa moglie.

Anche qui il mostro principale della storia non mi ha convinto particolarmente, mentre a convincermi sono state le buone interpretazionji dei protagonisti ed anche l'idea ironica di uccidere la propria moglie dandola in pasto ad una belva famelica. Se sono solo io a vedervi l'ironia, inizio a preoccuparmi, fatto sta che per come è costruito il personaggio femminile, la fine che fa è la più goduriosa che potessi immaginare.
Voto: 7-


5 - Strisciano su di te

Trama: Un antipatico uomo d'affari vive nel suo appartamento, completamente asettico, nell'incubo che un giorno possa essere invaso dagli scarafaggi.

Quest'ultima storia dello show punta moltissimo sul raccapriccio, perchè a moltissime persone fanno schifo gli scarafaggi e, anche io, che quando ne vedo uno da solo non faccio una piega, a vederne così tanti mi è venuta un bel po' d'ansia. Per il resto in realtà non molto da dire, ma la storia assolve bene quello che è il suo compito.
Voto: 6+


Voto al film: 6,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...