sabato 1 marzo 2014

Ravenswood - Stagione 1

Ravenswood
(serie TV, stagione 1)
Episodi: 10
Creatore: Marlene King, Oliver Goldstick, Joseph Daugherty
Rete Americana: ABC Family
Cast: Tyler Blackburn, Nicole Anderson, Britne Oldford, Brett Dier, Merritt Patterson, Steven Cabral, Meg Foster
Genere: Drama, Thriller

La trama in breve: Caleb Rivers si reca a Ravenswood, sua città di origine, dove conosce altre quattro persone, le cui vite sembrano collegate da una maledizione mortale che si verifica da anni.

Gli spin-off testimoniano quasi sempre il fatto che una seria ha successo. SI tratta fondamentalmente di quella pratica di battere il ferro finchè è caldo. Il problema è che il più delle volte quando si fanno gli spin-off vengono fuori delle porcherie senza precedenti. E' il caso ad esempio di "Once Upon a Time in Wonderland", da me abbandonato dopo poche puntate per assoluta noia, non è ad esempio il caso di "The Originals", spin-off di "The Vampire Diaries" che a me sta abbastanza piacendo. E' invece il caso di questo Ravenswood, spin-off di Pretty Little Liars con protagonista il personaggio di Caleb Rivers.

L'ho voluto vedere tutto solo perchè le puntate sarebbero state solamente 10 e non mi andava di lasciarlo a metà. Eppure i veri problemi enormi della serie secondo me sono stati due: il primo è il protagonista, uno dei personaggi più anonimi e inutili della serie madre a cui gli autori hanno voluto dare la dignità di protagonista di una nuova storia. Ovvero, tentiamo di rendere un attore impacciatissimo ed inespressivo, tale Tyler Blackburn, il portagonista di una serie, senza preoccuparci delle conseguenze che la cosa può avere sugli spettatori. Ah già, questa serie era pensata per un pubblico prevalentemente femminile e Caleb Rivers era il figo di turno su cui far sbavare le sgallettate. Totalmente incapace, ma figo = successo assicurato.

L'altro problema enorme della serie è la totale inconsistenza della trama. Diciamo che per capire a fondo la vicenda si potevano tranquillamente vedere la prima, la seconda e l'ultima puntata ed eri a posto. In mezzo il nulla assoluto. Ma non nel senso che faccia schifo (anche se sì, fa schifo), proprio nel senso che non succede nulla e la trama non si evolve in nessuna, e dico nessuna, direzione. Però c'è sempre la variabile impazzita Tyler Blackburn, che è il figo su cui sbavavano le fan di "Pretty Little Liars" e quindi aggiungiamo all'equazione: Trama inconsistente + attore totalmente incapace, ma figo = successo assicurato (indipendentemente dalla trama).

E invece per fortuna le serie TV non funzionano come la matematica e mebntre nei calcoli degli sceneggiatori c'era un successo quasi sicuro, alla fine gli spettatori non sono stati quanti si aspettavano, per lo meno in America. Ma per fortuna tutti quelli che si guardano le serie in streaming dagli altri paesi non contano nel conto degli spettatori quindi magari, e pare sia anche molto probabile, la serie verrà cancellata malamente. Per l'anno prossimo propongo uno spin-off su Ezra Fitz, così abbiamo fatto l'en-plein dei personaggi anonimi e inutili. E anche degli attori impacciati ed inespressivi.

Voto: 4

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...