sabato 12 aprile 2014

Captain America: The Winter Soldier (2014)

USA 2014
Titolo Originale: Captain America: The Winter Soldier
Regia: Anthony Russo, Joe Russo
Sceneggiatura: Stephen McFeely, Christopher Markus
Cast: Chris Evans, Scarlett Johansson, Sebastian Stan, Anthony Mackie, Cobie Smulders, Frank Grillo, Emily VanCamp, Hayley Atwell, Georges St-Pierre, Robert Redford, Samuel L. Jackson, Dominic Cooper, Toby Jones, Garry Shandling, Maximiliano Hernández, Callan Mulvey, Chin Han, Jenny Agutter, Alan Dale, Bernard White, Stan Lee, Thomas Kretschmann, Aaron Taylor-Johnson, Elizabeth Olsen
Durata: 123 minuti
Genere: Azione, Supereroi

La trama in breve: Due anni dopo gli avvenimenti narrati nel film "The Avengers", Steve Rogers vive a New York, lavora ancorta per lo S.H.I.E.L.D. e cerca di adattarsi alla vita moderna. Quando Nick Fury viene attaccato dal Soldato d'Inverno, Steve Rogers verrà coinvolto in una rete di intrighi che mettono in pericolo le sorti del mondo.

A me piacciono i film sui supereroi. Nel senso, mediamente mi piacciono. Posseggo infatti i DVD della trilogia di Iron Man e quelli della trilogia di "Spider-Man" di Sam Raimi (e presto aggiungerò alla collezione anche il DVD del reboot di Marc Webb). Ho incominciato ad apprezzare ancora di più i film supereroistici con il nuovo ciclo inaugurato dalla Marvel, ciclo che ha portato al film "The Avengers", vero e proprio successo commerciale e di pubblico. Tra questi colui che non sono mai riuscito ad apprezzare sul serio è Capitan America: il film del 2011, "Captain America - Il primo vendicatore", mi aveva abbastanza annoiato e deluso e lo stesso personaggio, nel film sugli Avengers, mi risultava anonimo ed antipatico. Un po' colpa del personaggio e un po' colpa anche di Chris Evans che è l'attore che è, ovvero uno non proprio bravissimo (per usare un eufemismo).

Nel lavoro dei Marvel Studios che porterà al secondo capitolo degli Avengers però si nota, su ben due fronti sui tre finora esplorati, un netto miglioramento nelle storie e nelle caratterizzazioni. Mentre "Iron Man 3" rovina un po' il personaggio ed anche i primi due buoni capitoli, "Thor: The Dark World" fa segnare un buonissimo miglioramento e stessa cosa è successa per Captain America. Via l'ironia e la leggerezza di fondo che contraddistingueva le produzioni precedenti, con un film che, per buonissima parte, si prende sul serio. Di solito il prendersi troppo sul serio rovina la pellicola, soprattutto se è un giocattolone. Ecco questo giocattolone, fatto seriamente, è secondo me uscito davvero bene.

Innanzitutto abbiamo un personaggio principale meglio caratterizzato inserito in una trama ben orchestrata, che si incastra molto bene con gli sconvolgimenti nello S.H.I.E.L.D. che vediamo anche nella serie TV targata ABC (la puntata di questa settimana è stata cronologimanete posizionata contemporaneamente agli avvenimenti del film). Chris Evans mi è sembrato migliorato, già mi aveva sorpreso in "Snowpiercer", qui, ribadisco, non siamo a livelli eccelsi semplicemente perchè lui non se li può permettere, però ci fa una figura migliore del solito. Affiancato dalla brava e bellissima Scarlett Johansson forse il compito gli è risultato più facile. Recitare con un bravissimo attore è come giocare con Pirlo: puoi essere un attaccante mediocre come Matri o Quagliarella e segnare i tuoi porci dieci gol a stagione chhe ti fan vincere due scudetti. Poteva succedere la cosa contraria, con la Scarlett resa pessima dalla presenza di Chris Evans ma per fortuna ciò non è successo e tutti siamo più contenti.

Altra cosa di cui sono davvero rimasto soddisfatto è stata la costruzione del cattivo, che si muove su due diversi fronti: il primo è infiltrato nello S.H.I.E.L.D. ed è rappresentato dalle mosse dell'agente Pierce per conto dell'HYDRA, il secondo è il Soldato d'Inverno cui si fa riferimento nel titolo: spettacolari sono le scene in cui lui è protagonista, spettacolari davvero sono i combattimenti tra i due antagonisti. Non avevo particolari speranze su questo seguito dopo la delusione del primo capitolo. Contento di essermi ricreduto.

Voto: 7,5


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...