venerdì 11 aprile 2014

Hellraiser - La stirpe maledetta (1996)

USA 1996
Titolo Originale: Hellraiser: Bloodline
Regia: Alan Smithee, Kevin Yagher
Sceneggiatura: Peter Atkins
Cast: Doug Bradley, Bruce Ramsay, Valentina Vargas, Adam Scott, Louis Turenne
Durata: 86 minuti
Genere: Horror

La trama in breve: Nel 2127 Paul Merchant si prepara sui una stazione spaziale a costruire una trappola per distruggere i Cenobiti. Infatti tutta la sua famiglia ed i suoi avi sono stati uccisi da Pinhead e dai suoi alleati.

Piano piano arriverò alla fine di questa saga, partita come visione a cervello zero che doveva darmi del normale intrattenimento, ma che pian piano si sta trasformando in una visione dolorosa a cui è quanto mai difficile dare credibilità. E così dopo essere rimasto quasi impassibile alla visione di "Hellraiser", dopo il piccolissimo passo in avanti nel coinvolgimento con la visione di "Hellbound: Hellraiser II - Prigionieri dell'Inferno" e dopo la delusione del terzo capitolo "Hellraiser III - Inferno sulla città" mi preparo a parlare del quarto capitolo della saga che, alemno per me, è stato lo schifo.

Non so perchè io quando mi parlavano del personaggio di Pinhead come uno dei migliori della storia del cinema horror mi sia fatto ingannare e abbia deciso di intraprendere un percorso che mi portasse alla visione di tutti i film della saga di Hellraiser, fatto sta che, fin dalla visione del primo capitolo della saga, ne sono rimasto abbastanza deluso. Ma se, nei primi tre film, sia la storia sia i personaggi si limitavano a non convincermi mai in pieno, in questo quarto film la delusione è stata totale, una schifezza in tutto e per tutto in cui, per praticamente tutta la sua durata, non succede nulla, ma proprio nulla, che sia degno di nota!

La trama segue un canovaccio banalissimo in cui ci viene fatto vedere come Pinhead si sia manifestato nelle diverse epoche storiche, con personaggi caratterizzati in un sottilissimo limbo che va dal male al malissimo e in questi ci si può aggiungere lo stesso Pinhead che, se nel primo film è una specie di presenza inquietante che non svolge un ruolo fondamentale, nel secondo e nel terzo diventa il cattivo che tutti conoscono, qui nel quarto non ha carisma. Non è capace di mettere paura nè tanto meno quel minimo di inquietudine che non guasta mai.

Non amo particolarmente interrompere le saghe a metà, quindi escludo di troncare la visione di questa saga, però dopo la visione di questo capitolo la voglia un po' mi sta passando: se siamo giunti a dei livelli così brutti già nel quarto film, in quelli dopo cosa succederà?

Voto: 3,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...