domenica 6 aprile 2014

L'aereo più pazzo del mondo (1980)

USA 1980
Titolo Originale: Airplane!
Regia: Zucker-Abrahams-Zucker
Sceneggiatura: Zucker-Abrahams-Zucker
Cast: Robert Hays, Julie Hagerty, Leslie Nielsen, Lloyd Bridges, Peter Graves, Robert Stack, Kareem Abdul-Jabbar, Lorna Patterson, Stephen Stucker, Frank Ashmore, Jonathan Banks, Craig Berenson, Lee Bryant, Joyce Bulifant, Mae E. Campbell, Ted Chapman, Jesse Emmett, Norman Alexander Gibbs, Al White, Barbara Billingsley, Amy Gibson, Marcy Goldman, Rossie Harris, David Hollander, James Hong, Howard Honig, Howard Jarvis, David Leisure, John David Wilder, Mary Mercier, Ethel Merman, Laura Nix, Nicholas Pryor, Barbara Stuart, Lee Terri, Jill Whelan, Jason Wingreen, Louise Yaffe
Durata: 88 minuti
Genere: Comico

La trama in breve: Ted Striker è un ex pilota che ora ha paura di volare dopo le sue esperienze di guerra. Per riconquistare la sua fidanzata prende coraggio, acquistando un biglietto per un viaggio aereo in cui lei lavora come hostess. Tutti i passeggeri, compresi i due piloti, saranno colpiti da un'intossicazione alimentare dovuta a del pesce avariato e l'unico in grado di pilotare l'aereo sarà proprio Ted.

Nel corso della mia vita il mio gusto verso la comicità demenziale ha subito delle oscillazioni incredibili, passando dal fatto che non ho mai apprezzato molto i cult di Leslie Nielsen "Una pallottola spuntata" fino ad amare moltissimo i primi tre capitoli della saga di "Scary Movie", che alla demenzialità aggiungevano il fatto di essere delle parodie. Attualmente la comicità demenziale (che io distinguo moltissimo dal non-sense) non mi fa per nulla impazzire e devo prenderla a piccole dosi per apprezzarla per davvero. Era da molto tempo però che dovevo vedere questo film e, probabilmente l'ho fatto nel periodo sbagliato della mia vita!

"L'aereo più pazzo del mondo" nasce, a sua volta, come parodia di "Ora Zero", film di fine anni '50 che ovviamente non ho visto e non so se mai recupererò. Le trovate comiche del film in un primo momento mi sono anche abbastanza piaciute e mi hanno parecchio divertito, su tutte la presenza di Kareem-Abdul Jabbar in cabina di pilotaggio alle prese con un bambino parecchio rompi palle e i suicidi provocati da Ted Striker con i suoi racconti di vita noiosissimi. In questa prima parte ho riso in maniera anche abbastanza spontanea e non forzata.

I problemi iniziano ad esserci dopo la metà del film e ci sono semplicemente perchè le trovate comiche della prima parte, che mi avevano fatto tanto ridere, vengono ripetute e reiterate fino alla fine del film, tutte con delle varianti che modificano la scena che viene fatta vedere, ma non ne modificano la sostanza. E lì si ripropone il mio attuale problema con questo tipo di comicità demenziale: se la prendo a piccole o medie dosi mi piace e mi fa ridere, quando però si tratta di guardare un film di un'ora e mezza costruito in questo modo, lì l'impresa diventa abbastanza ardua.

Voto: 6-

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...