giovedì 15 maggio 2014

Glee - Stagione 5

Glee
(serie TV, stagione 5)
Episodi: 20
Creatore: Ryan Murphy, Brad Falchuk, Ian Brennan
Rete Americana: FOX
Rete Italiana: FOX
Cast: Matthew Morrison, Jane Lynch, Kevin McHale, Darren Criss, Jenna Ushkowitz, Chord Overstreet, Lea Michele, Chris Colfer, Naya Rivera, Jacob Artist, Melissa Benoist, Blake Jenner, Alex Newell, Becca Tobin
Genere: Musical, Commedia

La trama in breve: Le New Directions si stanno preparando per le finali del torneo nazionale di canto corale, mentre nel frattempo Rachel, assieme a Santana e a Kurt, insegue il suo sogno di recitare a Broadway.

Il giorno dopo aver recensito uno dei migliori prodotti di intrattenimento degli ultimi anni, ecco che mi tocca parlare di una serie che, al contrario, è probabilmente quella che, nel corso delle stagioni, ha avuto il tracollo peggiore. Sotto tutti i punti di vista: qualità, intrattenimento, piacere nell'ascoltare anche solo le canzoni, ascolti (che sono ormai intorno ai cinque milioni di spettatori contro i 12 della prima stagione). Chiaro che dopo la morte di uno degli attori principali, il compianto Cory Monteith, la serie ha dovuto subire dei cambiamenti, soprattutto per quel che riguardava i piani degli autori, che hanno dovuto raffazzonare la nuova stagione che già era stata programmata con la presenza del defunto attore. E' vero anche però che il vero e proprio tracollo non è iniziato con questa stagione, ma già da metà della terza si iniziava a respirare una certa rottura di palle nel guardare le puntate.

Ora, ricordate qual è il segno inequivocabile che vi sta dicendo che dovreste abbandonare una serie. Dovete abbandonare una serie quando, mentre guardi le puntate pensi ad altro, guardi il cellulare o ti metti a fare altro. Il problema è che sarebbe un crimine (o forse no?) mollare "Glee" quando manca solo una stagione, che sarà composta da meno episodi rispetto a questa. La sensazione che in questa tornata di episodi gli autori non sapessero bene dove andare a parare la si sentiva già da giugno dell'anno scorso: finisce la quarta stagione e stranamente non è finito l'anno scolastico dei protagonisti. Riprendono gli episodi con i personaggi che si trovano praticamente in piena estate mentre chi la guarda muore di freddo. La cosa raggiunge il livello di ridicolaggine massimo nell'episodio di Natale, con gli autori che si sono inventati uno speciale mai mandato in onda per giustificare il fatto che stessero mandando in onda la puntata di Natale.

Sin dalla quarta stagione poi io non ho mai nascosto quanto l'ambientazione newyorkese non mi andasse particolarmente a genio: il motivo fondamentalmente era la presenza di Rachel Berry e di Kurt, i due personaggi più odiosi e antipatici della storia di tutte le serie TV mai esistite (e vi prego, ora accusatemi di omofobia solo perchè odio Kurt). Tant'è che ho sempre maggiormente apprezzato le sequenze ambientate nel liceo. Sequenze che però in questa stagione sono state un'accozzaglia di canterelli qua e là, un insulto vero e proprio alla caratterizzazione dei personaggi, che già prima non è che ne avessero molta, in fondo se Ryan Murphy in tutte le sue serie è il re dei clichè e degli stereotipi ci sarà pure un motivo, alcuni dei quali scompaiono ingiustificatamente per alcuni episodi per poui riapparire a casaccio o sparire definitivamente senza che noi sappiamo perchè.

Il capitolo scuola viene chiuso quando le New Direction perdono la gara di canto corale alle nazionali. E finalmente questi hanno anche perso una competizione: sembrava che a fare da coach non ci fosse Will Schuester, ma il Fabio Capello del Milan e l'Antonio Conte del primo anno alla Juve. Hanno finalmente perso e Sue Sylvester, che nel corso delle puntate e delle stagioni è diventata la caricatura della caricatura della caricatura di se stessa, decide di chiudere il Glee Club per mancanza di fondi. E' così che tutti i personaggi interessanti (ovvero quattro o cinque sui venti che compongono l'intero cast) si trasferiscono a New York assieme a Rachel Berry e compagnia cantante.

Un piccolo commento sul finale di stagione, piccolissimo prometto, permettetemelo. Rachel Berry va a fare una serie TV "Untitled Rachel Berry Show"??? Ma seriamente? Ma già non era Glee la serie TV interamente dedicata a Rachel Berry? Ma Ryan Murphy quando scrive Glee vuole proprio uccidermi episodio dopo episodio. Per favore, concentrati su American Horror Story che lì, nonostante gli stereotipi ed i clichè, sei bravissimo!

Voto: 4,5

 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...