lunedì 9 giugno 2014

Alabama Monroe - Una storia d'amore (2012)

Belgio 2012
Titolo Originale: The Broken Circle Breakdown
Regia: Felix Van Groeningen
Sceneggiatura: Felix Van Groeningen, Carl Joos
Cast: Johan Heldenbergh, Veerle Baetens, Nell Cattrysse, Geert van Rampelberg, Nils de Caster, Robby Cleiren, Bert Huysentruyt, Jan Bijvoet, Blanka Heirman
Durata: 111 minuti
Genere: Drammatico

La trama in breve: Elise gestisce uno studio di tatuaggi, la sua più grande passione, mentre Didier, innamorato dell'America, pratica il bluegrass, il ramo più puro della musica country. I due si esibiscono assieme, coronando grazie alla musica e con una figlia il loro amore. La vita dei due protagonisti rimarrà però profondamente segnata dalla morte della figlia a soli sette anni a causa di un tumore.

Ancora non ho visto proprio tutti tutti tutti i film che hanno partecipato in quanto candidati alla serata della premiazione degli Oscar, soprattutto i candidati a miglior film straniero, all'epoca ne avevo visti solamente due, ora ho provveduto a recuperarne un terzo, di provenienza belga, davvero molto molto interessante. Semplicemente perchè per dire che un film del genere non è piaciuto, bisogna essere degli esseri senza cuore. Senza nulla togliere a tutti quegli esseri senza cuore che non hanno apprezzato questa pellicola.

Il film innanzitutto è molto anticonvenzionale: già un paio di anni fa i belgi ci avevano deliziato con "Un sapore di ruggine e ossa", che trattava il tema della disabilità senza condirlo di pietismi che sanno tanto di americano. In "Alabama Monroe" più o meno da quel punto di vista ci configuriamo da quelle parti, con una storia probabilmente eccessivamente drammatica, ma che ci viene raccontata in una maniera che, più che puntare all'emozione facile dello spettatore, cerca di andare oltre, facendogli godere un film che può sembrare pesante, ma che alla fine passa via leggero leggero. Eppure rimane ben fisso nelle menti di chi lo guarda.

I due protagonisti sono ciò che ci fa davvero affezionare a ciò che ci viene raccontato: vediamo da entrambe le parti nascere una depressione e un pessimismo verso la vita, ma da una parte c'è la volontà di continuare a vivere, di imparare a convivere con il dolore, dall'altra la tristezza per ciò che è accaduto alla coppia prende il sopravvento. I due comunque, nonostante le difficoltà, devono stare insieme, perchè si amano e, soprattutto si completano l'un l'altro. Anche se questo fatto non è tanto chiaro nemmeno a loro.

Un film americano di questo genere ti avrebbe fatto piangere e magari anche arrabbiare, qui il regista belga riesce a creare un film interessantissimo pur nella sua drammaticità, che però non ha come chiaro intento quello di essere strappalacrime. Lo è, alla fin fine, ma la maniera in cui ci viene posto non lo è assolutamente. Le musiche, tra l'altro, sono da ascoltare tutte con estrema attenzione: in esse si vede l'influenza dell'America sul regista, con i due protagonisti che praticano il bluegrass, il ramo più integralista della musica country, da ascoltare e da rimanerne totalmente ipnotizzati.

Voto: 8

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...