venerdì 4 luglio 2014

Escape from Tomorrow (2013)

USA 2013
Titolo Originale: Escape from Tomorrow
Regia: Randy Moore
Sceneggiatura: Randy Moore
Cast: Roy Abramsohn, Elena Schuber, Katelynn Rodriguez, Annet Mahendru, Danielle Safady, Alison Lees-Taylor
Durata: 90 minuti
Genere Drammatico, Horror

La trama in breve: Durante l'ultimo giorno di vacanza con la sua famiglia a Disneyworld, un padre di famiglia viene chiamato dal suo capo, che ha intenzione di licenziarlo. Decide però di tenere la notizia per sè e di non rovinare la vacanza alla famiglia.

La scorsa edizione del Sundance Film Festival è stata quella che ha portato alla ribalta il validissimo film "Prossima fermata: Fruitvale Station", che ha fatto incetta di premi nella categoria U.S. Dramatics. Altro motivo di discussione per la rassegna è stato però l'horror "Escape from Tomorrowland", film indipendente girato "di nascosto" nei parchi divertimenti della Disney, come il famoso Disneyworld in Florida. Di nascosto perchè non autorizzato dalla Disney, che comunque ha deciso di non intraprendere azioni legali contro il regista, a patto che prima dell'inizio del film comparisse a chiare lettere che il film NON è stato autorizzato dalla Disney. Secondo me, a questa versione dei fatti, non ci crede proprio nessuno: impossibile che con tutte le guardie che avranno nei loro parchi divertimenti, un regista e degli attori si siano messi a girare un film senza che nessuno se ne accorgesse.

Innanzitutto il film è girato in un intenso bianco e nero, assolutamente evocativo e sensato, ad evidenziare una situazione che dovrebbe essere quasi da sogno, che però presto si tramuterà in qualcosa di assurdo e dai risvolti da incubo. Nel film viene ritratto molto bene l'ambiente da parco divertimento Disney, in cui sono presenti molte famiglie, anche con bambini, che vivono la loro giornata o il loro soggiorno in totale spensieratezza e divertimento. In questa ambientazione però si svolge anche uno dei film più folli che abbia visto in epoca recente.

Sì perchè man mano che passano i minuti il film assume dei risvolti totalmente inaspettati, passando dall'essere il racconto di una giornata in famiglia passata a Disneyworld (che sarebbe stato anche poco interessante) raggiungendo picchi inaspettati grazie ad un piano, secondo me onirico, in cui il protagonista si ritrova. Gli incontri che egli, assieme alla sua bambina, farà durante la giornata, porteranno tutti ad un finale totalmente inaspettato e di abbastanza difficile comprensione.

Non è sicuramente un film che piacerà a tutti, ma l'atmosfera che si crea e la regia che non è poi così scadente come un film girato amatorialmente e di nascosto lasscerebbe pensare, motivo per cui non credo moltissimo alla versione secondo cui la Disney non sapeva nulla del fatto che si stesse girando un film in uno dei suoi parchi. Tra le atmosfere, prima da sogno, poi angosciose, la colonna sonora che ricalca molto bene ciò che si vede sullo schermo e dei protagonisti molto buoni, il film saprà ritagliarsi decisamente un suo spazio e, forse, una volta che arriverà in Italia, potrebbe anche diventare un mezzo cult.

Voto: 7,5

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...