venerdì 22 agosto 2014

TRASH MOVIES #12 - Apocalypse Pompeii

USA 2014
Titolo Originale: Apocalypse Pompeii
Regia: Ben Demaree
Sceneggiatura: Steve Bevilacqua
Cast: Adrian Paul, Jhey Castles, John Rhys-Davies, Georgina Beedle, Dylan Vox, Dan Cade, Constantine Trendafilov, Assen Kukushev, Alexandra Petrova-Emisti
Durata: 85 minuti
Genere: Catastrofico

La trama in breve: La famiglia di un ex militare dei corpi speciali, mentre è in visita a Pompei, rimane intrappolata nelle rovine dell'antica città quando il Vesuvio, da tempo dormiente, erutta all'improvviso e con forza dirompente. Il capofamiglia Jeff, attraverso l'aiuto di alcuni suoi ex commilitoni, si getterà alla ricerca della famiglia, nel tentativo disperato di salvarli dall'eruzione.

La Asylum, è risaputo, sforna capolavori del trashume più puro ad un ritmo irrefrenabile, un ritmo che potrebbe tranquillamente essere denunciato come sfruttamente della schiavitù o come ricorso all'antiquata tecnica della catena di montaggio. Recentemente con dei miei amici abbiamo visto "Mega Shark Vs Mecha Shark", ultimo capitolo della trilogia sul mega squalo, ovviamente senza aver visto i primi due che tanto non servono a nulla. Ancora più recentemente praticamente tutto il mondo ha visto "Sharknado 2 - The Second One", che quello sì che è un fottutissimo capolavoro. In una delle solite serate con amici abbiamo dunque deciso di vedere "Apocalypse Pompeii", che sarebbe il mockbuster fatto uscire dalla Asylum in corrispondenza con l'uscita nelle sale di "Pompei". Sì, quel filmaccio schifoso con Jack Bauer della serie "24" e con Jon Snow di "Game of Thrones". La speranza che pur nella sua bruttura, questo "Apocalypse Pompeii" fosse meglio del suo corrispondente devo ammettere che l'ho avuta.

Partiamo dal presupposto che come in ogni film della Asylum i protagonisti sono stupidi, sbruffoni, hanno la tendenza a voler tutti dimostrare quanto sono bravi e forti, ma in realtà non sanno fare proprio nulla di nulla. In questo film accade esattamente il contrario: la protagonista, tale Mykaela Pierce, interpretata da tale Georgina Beedle che mai ho in vita mia sentito nominare, è una studentella fissata con i vulcani. Il chè ci sta, anche io ho avuto un periodo in cui mi ero fissato con le teorie sul Big Bang e mi ero andato a studiare per pura curiosità diverse cose. Però non sono mai arrivato ai livelli di Mykaela, che praticamente con i suoi studi sui vulcani e sulla città di Pompei dà la merda anche alla guida del posto, che nulla sa sul Vesuvio, nulla sa su Pompei e nulla sa su come affrontare una eventuale eruzione del Vesuvio che, essendo un vulcano esplosivo (questo lo so anche io, alla faccia di Mykaela) provocherebbe un disastro indicibile, proprio come a Pompei nel 79 a.C.. In pratica il gruppetto di turisti che viene coinvolto in una nuova eruzione del Vesuvio è in mano ad una guida totalmente incapace, ignorante ed inutile e devono fidarsi di una ragazzina che ne sa più di tutti quanti messi assieme. E l'hanno pure pagata la guida!

In tutto questo marasma generale, ovviamente si spreca anche il protagonismo del solito, banale e scontatissimo eroe di guerra, che guarda caso è proprio il padre di Mykaela, tale Jeff Pierce interpretato da Adrian Paul, la cui pagina su Wikipedia e soprattutto la sua filmografia mi sono totalmente ignote. Jeff Pierce è talmente un eroe, disposto a tutto per la sua famiglia, che decide di sfidare un vulcano esplosivo come il Vesuvio, con un elicottero. Ottenendo ovviamente favori da degli inutilissimi galoppini della NATO, che però sembrano avere dei poteri illimitati, soprattutto nella capacità di trovare a lui un elicottero e una squadra di salvataggio da affiancargli.

Potrebbe dunque sembrare un film spassoso, ai livelli di quelli da me citati in cima alla recensione. Il problema di questo film è proprio questo: differentemente da moltissimi film della Asylum da me visionati, questo sembra prendersi troppo troppo sul serio. Ovviamente è presente il solito marchio di fabbrica degli effetti speciali realizzati con una CGI orrenda, che qualche risatina te la strappano, ma per il resto il film, al mondo del trash, non ha nulla da dire. Si può dunque tranquillamente affermare che "Apocalypse Pompeii" è un film realizzato male, recitato male, effettato male che, prendendosi abbastanza sul serio, non risulta nemmeno abbastanza divertente da meritarne una visione.

Voto: 2
Voto Trash: 4,5

2 commenti:

  1. Diciamo che la trama rispecchia esattamente lo stile Asylum, NON ESISTE NULLA, tutta Napoli sembra essere stata cancellata, sottolineando solo Pompei come unica città esistente del Meridione, eppure di Film sui Vulcani carini c'è ne sono, poi se si parla del Vesuvio, uno dei Vulcani più conosciuti al mondo, studiato da MILIONI di appassionati, mi domando come non trovare un'idea per la recitazione? Film del genere incasserebbero milioni... Vabbè Asaylum non ti smentisci mai! Stendo un velo pietoso sul Cast, si vedeva lontano KM che erano persone alle prime armi, che magari nemmeno avevano preparazione ed un briciolo d'esperienza, la ragazzina poi... Veramente fastidiosa! Sbruffona, so tutto io ed anche antipatica! Messa li solo per mostrare le gambe (ditemi di NO) per chi ha visto erano spesso in primo piano, vestita adoc per valorizzarle. Finisco con: Povero Vesuvio, se solo potesse parlare si vergognerebbe al no plus ultra della sua sola apparizione in CGI di questo Film ed ho scritto tutto!

    RispondiElimina
  2. Adrian Paul non è del tutto sconosciuto comunque..forse ingaggiandolo volevano cambiare un po' il tipo di film...senza riuscirci però anzi facendo peggio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...