martedì 5 agosto 2014

L'altra faccia del pianeta delle scimmie (1970)

USA 1970
Titolo Originale: Beneath the Planet of the Apes
Regia: Ted Post
Sceneggiatura: Paul Dehn, Mort Abrahams
Cast: James Franciscus, David Watson, Kim Hunter, Linda Harrison, Maurice Evans, James Daly, Charlton Heston, Paul Richards, Victor Buono, James Gregory, Jeff Corey, Natalie Trundy, Thomas Gomez, Don Pedro Colley, Lou Wagner
Durata: 90 minuti
Genere: Fantascienza

La trama in breve: Taylor e Nova stanno percorrendo la Zona Proibita, quando assistono all'apertura di diverse voragini e Taylor scompare per scoprire da dove esse provengano. Nel frattempo arriva sul pianeta l'astronauta Brent, spedito dal governo degli Stati Uniti degli anni '70 a ritrovare la navicella su cui si era imbarcato Taylor.

Pensavate che con la recensione di ieri la nostra invasione fosse finita? Beh, in questo modo confermate solamente la nostra idea secondo cui voi siete soltanto degli sporchi e stupidissimi umani, mentre la nostra intelligenza scimmiesca è di lunga superiore alla vostra. Voi, uomini che uccidete i vostri simili, non in grado di spiccicare una parola, non in grado nemmeno di elaborare il più semplice pensiero. Voi dovete vivere come i selvaggi che siete e fare in modo che la nostra specie superiore sopravviva. E se necessario, morire per l'obiettivo.

Quel maledetto di George Taylor è riuscito a scappare dal nostro campo assieme a Nova, un umana, devo ammetterlo, anche molto attraente, ma pur sempre un umana stupida ed inutile. La sua fuga gli ha però portato una sconvolgente scoperta, legata alla natura di questo pianeta. "Voi uomini l'avete distrutta! Maledetti! Maledetti per l'eternità, tutti!" riecheggia ancora nelle nostre spiagge, davanti a quella strana statua di cui si vede solo il busto. Il problema vero nasce però quando arriva un altro essere senza peli, Brent, il quale afferma con certezza di essere venuto da un altro pianeta, lo stesso di Taylor. Ora, io potevo accettare un umano parlante e anche pazzo, ma due, due proprio non ce la faccio, è troppo per i miei occhi e per le mie orecchie.

Se il primo film si rifà ad una critica da parte degli umani alla spirale di distruzione in cui si sarebbero cacciati a causa di quella che alcuni libri chiamano "Guerra Fredda", una critica alla guerra nucleare, in questo secondo film noi scimmie siamo un po' meno protagoniste e lasciamo più spazio ali esseri umani. Della serie, diamogli un momentino di gloria. Eppure io sono convinto che questi umani ultraintelligenti, che sanno comunicare anche soltanto con il pensiero, non siano un'assoluta novità per tutta la nostra comunità. Sono convintissimo che il professor Zaius sapeva qualcosa, motivo per cui ha istituito la zona proibita, in cui nessuna scimmia può entrare e l'unico ad essere riuscito ad entrarvi è stato il mio amico Cornelius.

Nella Zona proibita ci sono degli umani cervelloni che adorano una bomba atomica dorata, che loro affermano essere il loro Dio, unico portatore di Pace. Avevo letto su qualche libro questa cosa, tra i ritrovamenti di Cornelius nella zona proibita. Era un libro di storia, diceva che in quelli che gli umani chiamano "Gli anni '60", le testate nucleari erano considerate un importantissimo strumento di pace, più che di distruzione o di guerra. Alla fine non si sa come ma qualcuno è riuscito a far rinsavire quegli stupidi umani, che per anni hanno progettato una guerra nucleare poi sventata. Eppure questo film e questa intera saga si basano proprio sul fatto che la guerra nucleare ci sia stata veramente. Lo scenario in cui ci troviamo è dunque qualcosa di quasi post-apocalittico, in cui i pochi uomini rimasti adorano la bomba atomica come un Dio e vogliono usarla come strumento di pace.

Peccato che in questo film chi ne esce veramente vincitore, ancora una volta, siamo noi scimmie. Intanto perchè la critica operata dal regista risulta secondo noi meno efficace rispetto al capitolo precedente, con il film che però si muove su binari molto simili, in secondo luogo perchè ci viene confermato, ancora una volta, quanto noi abbiamo ragione riguardo a voi stupidi umani. Siete dei violenti e vivete per la violenza, non siete in grado di vivere in pace tra di voi ed anche l'epoca in cui dice di aver vissuto chi curava prima di me questo blog ce lo conferma!

Voto: 6/7

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...