venerdì 5 settembre 2014

Into the Storm (2014)

USA 2014
Titolo Originale: Into the Storm
Regia: Steven Quale
Sceneggiatura: John Swetnam
Cast: Richard Armitage, Sarah Wayne Callies, Jeremy Sumpter, Nathan Kress, Matt Walsh, Alycia Debnam-Carey, Arlen Escarpeta, Max Deacon, Kyle Davis, Scott Lawrence, Jon Reep, David Drumm, Brandon Ruiter, Jimmy Groce
Durata: 89 minuti
Genere: Catastrofico

La trama in breve: La cittadina di Silverton viene colpita, nel corso di una sola giornata, da una serie di uragani di incredibile potenza. Mentre buona parte della popolazione cerca rifugio i cacciatori di tornado non possono farsi sfuggire questa enorme occasione.

La combinazione falso documentario + film catastrofico preannuncia vere e proprie catastrofi cinematografiche. Il falso documentario è una tecnica cinematografica che per la maggior parte dei casi che ho visionato schifo nel profondo. Si tratta in pratica di una scusa per realizzare un film a basso budget sperando di massimizzarne gli introiti. I film catastrofici invece sono per me una specie di guilty pleasure: nel corso della mia vita ne ho visti molti, quasi tutti piaciuti tra l'altro, nonostante si reggano su un canovaccio sempre molto ripetitivo e, soprattutto negli ultimi tempi, il mio interesse verso il genere è abbastanza calato. "Into the Storm" combina questi due generi e cosa ne viene fuori alla fin fine?

Bah, di buono praticamente nulla o quasi. Di decente praticamente nulla o quasi. Di schifoso praticamente tutto o quasi. Sapevo d'altronde di trovarmi davanti ad un film ignorantissimo, con qualche catastrofe ben architettata dagli effettisti speciali e quant'altro. Ma porca miseria, io da un film che si chiama "Into the Storm" mi aspetto di vedere qualche cazzo di tempesta almeno. Beh, dimenticatevelo! Il film dura, titoli di coda esclusi, circa 80 minuti e per i primi quaranta vedrete dei bimbiminchia di proporzioni bibliche giocare con delle telecamerine fingendo di dover fare le prove prima di girare il loro documentario sugli uragani.

E quando, dopo quaranta minuti, finalmente arrivano le tempeste quelle proprio potenti, il film ha ormai perso praticamente tutto l'interesse, trascinandosi in maniera più che banale verso il solito finale che tutti si aspettano. Non che mi aspettassi che il film mi lasciasse una buona impressione o quanto meno un insegnamento trascendentale, ma quanto meno un minimo di pathos, un minimo di coinvolgimento non avrebbe certo guastato. Alla fine, ancora una volta, il film catastrofico di turno (che ultimamente è anche un po' passato di moda a quanto mi pare di aver capito) si rivela una vera e propria catastrofe cinematografica, così come tutti si aspettavano.

Voto: 2

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...