domenica 16 novembre 2014

MONOGRAFIA - Christopher Nolan

In occasione dell'uscita al cinema di "Interstellar", di cui qualcosa mi dice che ne parlerò a brevissimo, ecco che arriva una bella monografia su Christopher Nolan, uno dei pochi registi di cui ho visto tutte le pellicole. Non che la sua produzione sia vastissima, prima di "Interstellar" sono soltanto otto i suoi film all'attivo (escludendo i tre cortometraggi che non ho visto e bisogna vedere se sono reperibili), tutti o quasi da me particolarmente apprezzati. Prima dunque di addentrarci nel viaggio di "Interstellar" ecco uno ad uno i film di Nolan, con un brevissimo commento da parte mia.


Following (1998)


La prima produzione cinematografica di Nolan è un buonissimo, quasi ottimo, esercizio di stile, ma dal punto di vista del coinvolgimento non è mai riuscito a prendermi per davvero. Molti lo apprezzano moltissimo, io non ne sono rimasto particolarmente entusiasta, sinceramente.

Voto: 6,5


Memento (2000)


Il fanboy medio per Christopher Nolan ha un solo commento: "Il suo film migliore è Memento" (ammazza che rima mi è venuta fuori). Niente di più falso, per quanto mi riguarda. Ma alt: è un bellissimo film, geniale, con una messa in scena che fa invidia al 90% dei thriller e con una linea temporale assolutamente stravolta. E non dico altro per non fare spoileroni per chi ancora non lo avesse visto. Ecco, magari guardatevelo eh, che per un amante del thriller questo è imprescindibile.

Voto: 8


Insomnia (2002)


Insomnia è un buon film, secondo me, peccato che, secondo me, non è un film alla Nolan. Tant'è che è anche l'unico film in cui non ha contribuito alla sceneggiatura, che solitamente è in collaborazione col fratello Jonathan, oppure da solo. Infatti il film alla visione non sembra appartenergli molto e, nonostante le interpretazioni di Al Pacino e di Robin Williams siano devastanti, non sono riuscito ad apprezzarlo fino in fondo.

Voto: 7+


Batman Begins (2005)



Molti dei miei conoscenti sanno quanto apprezzi la saga del Cavaliere Oscuro di Nolan. Molti però non sanno che l'amore non è certo scattato grazie a questo film, quanto, più che altro, grazie al secondo capitolo. Devo infatti ammettere che la prima visione non mi aveva soddisfatto appieno, mentre con la seconda, avvenuta dopo aver visto il secondo capitolo, l'ho decisamente rivalutato. Non che abbia completamente cambiato opinione, ma quanto meno, son riuscito a trovare dei motivi che me lo facessero piacere.

Voto: 7+


The Prestige (2006)


E' difficilissimo parlare in maniera breve di "The Prestige" senza incorrere in spoiler clamorosi, che rovinerebbero in maniera definitiva un'eventuale prima visione. Resta dunque da dire solamente una cosa: l'ho adorato, dall'inizio alla fine, ho adorato la magia, ho adorato le ossessioni personali dei due protagonisti, interpretati dagli ottimi Christian Bale e Hugh Jackman, ho adorato la spalla Scarlett Johansson. Ho adorato la componente fantascientifica che è stata aggiunta con l'inserimento dello scienziato Tesla nella storia.

Voto: 8,5


Il cavaliere oscuro (2008)


Uno dei miei cattivi preferiti in assoluto è Joker. Sia il Joker di Nicholson, sia quello interpretato dal compianto Heath Ledger ne "Il cavaliere oscuro". Questo secondo capitolo è dunque il vero e proprio fiore all'occhiello del reboot pensato da Nolan sulla figura di Batman, attualmente uno dei suoi film secondo me meglio riusciti, secondo solo ad un lavoro, quello che verrà soltanto due anni dopo.

Voto: 9


Inception (2010)


Ed ecco, dopo due anni, quello che secondo me è il capolavoro assoluto della cinematografia di Nolan. Un film con un'infinità di piani di lettura ed in cui è decisamente impossibile non affezionarsi al personaggio di Cobb, interpretato da Leonardo DiCaprio. La difficoltà nella lettura del significato di questa pellicola è stata anche il motivo per cui questa pellicola ha creato una serie infinita di divisioni, tra chi lo considera un capolavoro e chi lo considera una vera e propria delusione. Io sto dal capolavoro.

Voto: 9,5


Il cavaliere oscuro - Il ritorno (2012)


L'atteso finale della trilogia de "Il cavaliere oscuro" ha anch'esso provocato enormi divisioni tra i fan di Nolan (e tra tutti gli appassionati di cinema in generale). Tutti però sono stati d'accordo nel sostenere che questo lavoro fosse un significativo passo indietro rispetto al secondo capitolo della trilogia. Forse il problema è stato il fatto che ci si aspettava delle grandissime, enormi cose, da un film che ha piano piano disilluso gli spettatori. Nonostante tutto, non dico di essere rimasto pienamente soddisfatto dalla visione, ma non mi ha nemmeno deluso in maniera eccessiva.

Voto: 7,5


Ora ne manca soltanto uno, un film di cui fino al momento della visione, che risale soltanto a ieri sera, non ho voluto sapere niente, se non qualche pillola della sua trama. Per sapere cosa ne penso, dunque, non vi resta che seguirmi nei prossimi giorni. Uomo avvisato...


Interstellar (2014)



2 commenti:

  1. Concordo su quasi tutto, a parte per "Following" (che a me è piaciuto molto) e "Inception", quest'ultimo con dei momenti di grandissimo cinema, ma con troppi passi falsi qua e là.
    A sorpresa ho apprezzato anche l'ultimo Batman, anche se il secondo, pur ritenendolo un filmone, l'ho leggermente rivalutato...

    RispondiElimina
  2. Insomnia non mi aveva entusiasmata granché (del resto neanche i tre Batman, soprattutto il primo e il secondo) ma The Prestige e Inception sono due dei miei film preferiti. Il resto, Interstellar a parte che, come hai letto, non mi ha convinta del tutto, ancora mi manca...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...