domenica 2 novembre 2014

TRASH MOVIES #15 - Zombeavers

USA 2014
Titolo Originale: Zombeavers
Regia: Jordan Rubin
Sceneggiatura: Al Kaplan, Jordan Rubin, Jon Kaplan
Cast: Cortney Palm, Rachel Melvin, Bill Burr, Lexi Atkins, Hutch Dano, Rex Linn, Jake Weary, Brent Briscoe, Robert R. Shafer, Peter Gilroy, Chad Anderson, Phyllis Katz
Durata: 77 minuti
Genere: Horror, Commedia

La trama in breve: Tre ragazze, vestite perennemente da troiette, si recano in una casa in un bosco per passare un weekend senza ragazzi e per fare in modo che Jenn si distragga dopo il tradimento subito. I tre rispettivi ragazzi però riescono a scoprire la cosa e a raggiungerle, ma il loro weekend sarà rovinato dalla presenza di un branco di castori zombie assassini.

L'idea "geniale" di un film su dei castori zombie assassini, mi ha colpito sin dalla scoperta della sua esistenza, ovvero ieri pomeriggio. Alle 14 ho scoperto dell'esistenza di questo film, alle 14.15 l'ho trovato con i sottotitoli e, dopo una riflessione durata ben quindici minuti, alle 14.30 ho incominciato a guardarlo e alle 15.45 era praticamente già finito. Subito, sin dalla locandina, mi è venuto alla mente "Black Sheep", "capolavoro" del trash australiano, un film volutamente ridicolo ma che non era malaccio in quanto a realizzazione. Qui il film è volutamente ridicolo ed è anche realizzato particolarmente male.

Per rendere la visione più accattivante il regista ha deciso di condire la storia innanzitutto con una buona dose di umorismo. Ovviamente, era l'unica soluzione mettere umorismo in un film che parla di castori zombie carnivori, già il solo concetto fa ridere. Il problema è che l'umorismo presente in questa pellicola, raramente ti strappa delle risate. Dove però l'umorismo non funziona, ecco che entra in gioco una cosa che tutti i maschietti amano: la gnappa. La gnappa in questo film è rappresentata dalle tre protagoniste. La gnappa in questo film è anche l'unica cosa davvero interessante in questo film.

La prima gnappa è Mary, interpretata da Rachel Melvin, delle tre sembra essere la più puritana, colei che ha organizzato questo viaggio per sole donne e vede il suo progetto fallire miseramente a causa di Zoe. Zoe, interpretata Cortney Palm, è la gnappa zoccola e anche un bel po' stronzetta, quella che vuole assolutamente passare il weekend a fottere col suo ragazzo o con qualsiasi ragazzo gli si pari davanti. Infine c'è Jenn, interpretata da Lexi Atkins: lei è la gnappa tradita, il motivo per cui il viaggio da incubo con castori zombie assassini è stato organizzato e che, come tutte le ragazzi tristi in una compagnia di ragazze di un film, risulta anche essere la più noiosa. E forse anche la più gnappa di tutte.

Tutte e tre passano il film o in bikini, per fare il bagno nel lago, oppure vestite da zoccole, con abiti più piccoli di un portachiavi. Ovviamente una volta che vengono attaccate dai castori zombie assassini carnivori, non stanno a cambiarsi e rimangono o in bikini oppure con quei vestiti più piccoli di un portachiavi. Che poi è anche l'unica cosa sensata in tutto il film probabilmente.

Voto alla gnappa puritana: 7,5. Ha un fisico da paura, l'attrice ha anche recitato in qualcosa prodotto da Disney Channel, ma non l'avevo mai vista in vita mia. Porta degli occhiali da segretaria che le danno mezzo voto in più.

Voto alla gnappa zoccola: 7,5. Mezzo punto in più perchè è zoccola e per le tette. Ma al contempo mezzo in meno perchè se conoscessi una gnappa così rompicoglioni l'avrei già eliminata dalla faccia della terra.

Voto alla gnappa tradita: 8. E' bionda, il che la rende automaticamente stupida secondo gli stereotipi dei film dell'orrore. Invece sa sorprenderci risultando quella con il fisico più accattivante delle tre e con il culo più bello delle tre. Le tette non ci sono, ma non fa niente. Ma, soprattutto, non è la più imbecille delle tre.

Voto al film: 4. E un voto lo guadagna per via della gnappa.

4 commenti:

  1. una visione per via della gnappa potrebbe meritarsela...

    RispondiElimina
  2. Non volevo vederlo, ma per la gnappa questo e altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'altronde non ci sono molti altri motivi da segnalare

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...