martedì 13 gennaio 2015

Scrotal Recall - Stagione 1

Scrotal Recall
(serie TV, stagione 1)
Episodi: 6
Creatore: Tom Edge
Rete Inglese: Channel 4
Rete Italiana: Inedita
Cast: Johnny Flynn, Antonia Thomas, Daniel Ings, Joshua McGuire, Aimee Parkes, Hannah Britland, Jessica Ellerby, Richard Thomson
Genere: Commedia

La trama in breve: A Dylan viene diagnosticata la clamidia e viene costretto dal suo medico a contattare tutte le ragazze con cui ha avuto rapporti negli ultimi sei anni, per poter eseguire i test di routine anche su di loro.

Le serie TV britanniche, lo si sa, sono sempre abbastanza ben viste da queste parti. Basti pensare al successone di "Broadchurch", che con il primo episodio della seconda stagione è partito alla grandissima, oppure a "Utopia", serie thriller molto arrovellata e purtroppo subito chiusa. Questo per quanto riguarda le serie drama, mentre con le comedy la questione è solitamente un po' diversa. Escluse le debolissime "London Irish" e "Yonderland", la maggior parte di esse mi stufano dopo qualche episodio: nonostante infatti apprezzi abbastanza l'umorismo british, questo, portato alla lunga, tende a stufarmi, cosa che, stranamente, non è successa soltanto con la divertentissima "The Wrong Mans". "Scrotal Recall" sta dunque nel limbo: è una serie britannica (BENE), ma è una comedy britannica (UN PO' MENO BENE). Come si sarà comportata, dunque, nel corso dei sei episodi che la compongono?

Effettivamente, le cose sono andate un po' meglio di quanto mi aspettavo, per tutta una serie di motivi: innanzitutto il presupposto è di quelli che fanno gridare al colpo di genio e solo a collegare il titolo della serie a quello che è il suo espediente narrativo è qualcosa che mi ha fatto molto ridere. Per dirla molto in breve, al nostro protagonista, Dylan, viene diagnosticata la clamidia e sarà costretto dal suo medico a chiamare ogni donna con cui ha avuto un rapporto sessuale nel corso dell'ultimo anno, per poter svolgere i test anche su di loro. Dunque, ogni episodio sarà rivolto ad una differente donna (questo in un anno ha avuto più partner sessuali di me in tutta la vita... grazie mille per la botta di autostima), con Dylan che ripercorrerà, prima di dar loro appuntamento per spiegar loro la situazione, le fasi della relazione con ognuna di esse.

Questa scansione degli episodi, molto molto verticalizzata, è uno dei veri e propri punti di forza: ti fa conoscere più personaggi in maniera nettamente più ampia. L'inserimento di una componente orizzontale però è doveroso ed è rappresentato dal rapporto di Dylan con la sua amica Evie, per la quale è chiaro che provi qualcosa di più dell'amicizia, che però non ha alcuna intenzione di rovinare. Oppure è stato palesemente messo in FRIENDZONE in passato e si vergogna ad ammetterlo, potrebbe tranquillamente essere. In questo bellissimo quadretto si inserisce anche Luke, che è il personaggio più idolesco della serie: pensa solo a fare sesso ed è totalmente irresponsabile, incapace di prendere in mano la propria vita.

Se dobbiamo proprio trovarle un difetto a questa serie, sappiate che non siamo davanti ad uno di quei prodotti che regala risate a crepapelle, anzi, ha proprio la tendenza a far calare il divertimento qualche volta addirittura all'interno dello stesso episodio. In secondo luogo l'impianto narrativo utilizzato non prevede una grande longevità per la serie: va bene che questo se ne è fatte sei diverse nel giro di un anno, ma se dovessero aumentare la cosa diventerebbe stucchevole e decisamente poco credibile. Resta dunque da vedere, nel caso verrà ordinata una seconda stagione, come gli autori decideranno di strutturarla in caso di rinnovo.

Pregi:
  • Il trio di protagonisti è ben assortito e danno quelle pillole di trama orizzontale che servono davvero a questa serie;
  • La verticalizzazione della trama è uno dei punti più interessanti.
Difetti:
  • La comicità cala addirittura all'interno dello stesso episodio;
  • L'espediente narrativo non è molto futuribile, rendendo le stagioni future una grossa incognita.
Voto: 7-

3 commenti:

  1. serie non da far morir dal ridere, però davvero adorabile!

    RispondiElimina
  2. Troppo breve, questo il suo unico difetto. Per il resto, spunto geniale e sviluppo più romantico che comedy.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...