sabato 14 febbraio 2015

Jupiter - Il destino dell'Universo (2015)

USA 2015
Titolo Originale: Jupiter Ascending
Regia: Lana e Andy Wachowski
Sceneggiatura: Lana e Andy Wachowski
Cast: Mila Kunis, Channing Tatum, Sean Bean, Eddie Redmayne, Douglas Booth, Jo Osmond, Tuppence Middleton, Terry Gilliam, James D'Arcy, Bae Doona, Tim Pigott-Smith, Vanessa Kirby, Jeremy Swift, Ramon Tikaram
Durata: 118 minuti
Genere: Fantascienza

La trama in breve: In un futuro non ben precisato, Jupiter Jones è un'immigrata russa che per vivere fa le pulizie. Durante un tentato omicidio operato da una specie aliena, viene salvata da Caine, mandato da Titus Abrasax, capo delle Abrasax Industries, azienda che si occupa dell'inseminazione di gran parte dei pianeti abitabili, per poi raccogliere tutti i DNA da loro creati per poter, in futuro, produrre un siero della giovinezza.

I fratelli Wachowski, registi noti soprattutto per la saga di "Matrix", saga di cui non sono particolarmente fan, ma della quale riconosco la validità del primo capitolo, così come il fatto che il secondo e il terzo capitolo sono uno sbrocco assoluto, ai quali non si sa come, non si sa perchè, gli si è totalmente bevuto il cervello, soprattutto con film come "Speed Racer", visto quando ero un giovincello, ma veramente abbastanza terribile, e soprattutto con "Cloud Atlas", una storia pasticciata e incasinata per la quale si faceva veramente fatica a tirare un filo conduttore (cosa che invece era nelle intenzioni dei registi). Con "Jupiter - Il destino dell'universo", bisogna mettersi davanti alla prova del nove per i due fratelli registi: davvero validi o fortunati?

Innanzitutto io penso che come registi per il genere di fantascienza, Lana e Andy Wachowski siano abbastanza validi, hanno un modo di mettere in scena la storia che mi piace abbastanza. Sono i registi perfetti per film con un grande utilizzo di effetti speciali. Ritengo invece che come sceneggiatori siano stati abbastanza fortunati: hanno, per l'appunto, imbroccato "Matrix", mentre con tutte le altre produzioni (esclusa "Bound - Torbido inganno" che non ho mai visto) hanno fatto vedere tutti i loro limiti. Hanno come dato l'impressione di voler fare il passo più lungo della gamba, non riuscendo a gestire bene la cosa. E con questo "Jupiter - Il destino dell'Universo", più o meno ci troviamo davanti alle stesse considerazioni.

Ad una prima parte che si dilunga forse fin troppo nella presentazione dei personaggi e, soprattutto della protagonista, corrisponde dunque una seconda parte che non ha il mordente necessario per far affezionare gli spettatori alla storia, visto che, a quanto pare, nell'idea dei registi/sceneggiatori questo sarebbe dovuto essere l'inizio di una nuova saga di fantascienza. Peccato che nemmeno i tre personaggi principali, interpretati da una Mila Kunis brava ma non proprio eccezionale, da un Channing Tatum che sembra essere tornato all'epoca in cui era un perfetto sconosciuto e da uno Sean Bean che comunque la sua bella figura la fa quasi sempre, riescano nell'intento di coinvolgere il pubblico. Il risultato sono un paio d'orette in cui il film te lo guardi senza emozioni e quasi ti annoi.

Due parole poi sul cattivo, interpretato da Eddie Redmayne: chissà cosa starà pensando in questo momento il buon Redmayne (che io ritengo davvero bravo) nel vedersi osannare per la performance in "La teoria del tutto" e smontare dalle critiche per la sua interpretazione in questo film. Ora, non so, forse la mia sensazione è amplificata dal doppiaggio, ma con questo personaggio mi è parso che Redmayne non ne abbia azzeccata una. E' odioso, ma non odioso come dovrebbe essere un cattivo fatto benissimo. Odioso in modo che non vuoi vederlo sullo schermo.

Pregi:
  • Mila Kunis;
  • Gli effettoni speciali ci stanno e anche la regia non è poi così male.
Difetti:
  • La sceneggiatura non funziona;
  • I personaggi non funzionano;
  • Eddie Redmayne ha cannato tutto in questa performance
Voto: 4,5

3 commenti:

  1. Peggio di Cloud Atlas non potrà essere.
    Anche perché peggio di quello ci sono giusto le canzoni de Il Volo... XD

    RispondiElimina
  2. Sarà che forse l'ho visto gratis al cinema, ma non l'ho trovato così disastroso. Robetta molto trash, ma c'è di peggio.
    Vale solo per il cammeo di Terry Gilliam.

    RispondiElimina
  3. A me Eddie è parso odioso in modo giusto. Non è stato per niente pericoloso, ma quello non è per colpa sua.
    Secondo me era una delle poche cose piacevoli del film. Il resto l'ho detestato.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...