giovedì 19 febbraio 2015

WEEKEND AL CINEMA!

Nuova settimana di uscite cinematografiche, settimana in cui, forse per la prima volta da questo inizio 2015, non uscirà nessun film in corsa per l'Oscar. Settimana che però, davanti a un blockbusterone e ad un paio di film impegnati, potrebbe darci qualche bella sorpresa. Ora però analizziamo, con i miei pregiudizi, tutte le uscite della settimana.


La piramide di Grégory Levasseur


E' un horror, quindi lo si guarda, non importa che le probabilità di trovarsi davanti ad una boiata siano altissime. Lo si guarda e basta, nella speranza che sia qualcosa di buono.


Advanced Style di Lina Plioplyte


Obiettivamente di un film che parla delle mode e lo fa con uno stile simile al documentaristico, non mi interessa una cippa. Questo mi sa che lo passo più che volentieri.


Il segreto del suo volto di Christian Petzold


Pellicola tedesca che parla del post Seconda Guerra Mondiale, facendoci conoscere la storia di una donna tornata da Auschwitz e del tentativo di recuperare la propria vita assieme al marito Johnny. Non una trama interessantissima all'apparenza, ma potrebbe rivelarsi tra le sorprese della settimana.


Il settimo figlio di Sergej Bodrov


Ennesimo figlio tratto da una saga fantasy che, guardando il trailer in lingua originale, mi ah fatto tornare alla mente una canzone degli Iron Maiden, "Seventh Son of a Seventh Son", appunto. Si potrà vedire cosa il film potrebbe offrire, ma non è che frema dalla voglia di vederlo.


Life Itself di Steve James


Film biografico, l'ennesimo in uscita in questo periodo, con protagonista un critico cinematografico. Anche in questo caso, molto probabilmente, passerò oltre. STa settimana proprio poco poco da offrire.


Mortdecai di David Koepp


Dal trailer, Mortdecai sembra una commedia piuttosto interessante. Il problema è che negli ultimi anni Johnny Depp non ha più azzeccato un ruolo, quindi si aggiunge anche la curiosità di vederlo all'opera, per vedere se ce la dovesse fare o meno.


Noi e la Giulia di Edoardo Leo


Devo ammettere che Edoardo Leo è uno dei pochi attori italiani che apprezzo abbastanza vedere sullo schermo. E' bravino, ci sa fare e dunque c'è anche curiosità sulla sua terza opera cinematografica da regista, dato che le prime due non le ho viste. Peccato per la presenza nel cast di Claudio Amendola e di Carlo Buccirosso che ho il dubbio che affosseranno un po' la pellicola.


Un piccione seduto sul ramo riflette sull'esistenza di Roy Andersson


Sono ornitofobico, quindi non so se potrò vedere questa pellicola. Battute a parte, il film ha ricevuto buonissime critiche, vincendo addirittura il Festival del Cinema di Venezia. La paura che si tratti di un megapolpettone è enorme, però penso proprio sia un film da vedere.

1 commento:

  1. Sono curioso anch'io per Mortdecai...
    Il Settimo Figlio mi sembra una cosa trita e ritrita.
    Mi desta interesse anche "Un piccione seduto sul ramo riflette sull'esistenza"

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...