mercoledì 8 aprile 2015

L'esercito delle 12 scimmie (1995)

USA 1995
Titolo Originale: 12 Monkeys
Regia: Terry Gilliam
Sceneggiatura: David Webb Peoples, Janet Peoples
Cast: Bruce Willis, Madeleine Stowe, Brad Pitt, Frank Gorshin, Christopher Plummer, Joey Perillo, Christopher Meloni, Lisa Gay Hamilton, David Morse, Joseph Melito, Jon Seda
Durata: 129 minuti
Genere: Fantascienza

La trama in breve: In un futuro post apocalittico nel 2035 l'umanità è stata praticamente azzerata da un virus mortale. I pochi superstiti sono riusciti ad elaborare un modo per tornare indietro nel tempo e indagare su come tutto sia iniziato. James Cole è un detenuto che, con la promessa della grazia, viene appunto inviato nel passato per indagare su questi fatti.

In questo periodo non sto vedendo moltissimi film degli anni passati, mi sto dedicando più che altro alla visione di qualche novità, fregandomene del fatto che molte di esse si presentino come porcherie. Però nel pomeriggio di Pasqua, dopo aver mangiato neanche tantissimo rispetto agli standard, ho deciso che, per poter recuperare con serenità la serie firmata SyFy "12 Monkeys", che ho iniziato e sospeso intorno al terzo episodio, avrei dovuto guardare il film da cui è tratta, che è praticamente un cult della fantascienza e che vede un Bruce Willis ed un Brad Pitt ancora nel pieno della loro forma recitativa.

"L'esercito delle 12 scimmie" è uno di quei film che mescola in maniera intrigante due degli argomenti più inflazionati per quanto riguarda il cinema di fantascienza: la distopia e i viaggi nel tempo. In realtà più che di distopia bisognerebbe parlare di futuro post apocalittico in cui i condannati vengono utilizzati proprio per compiere dei pericolosi viaggi nel tempo, però come definizione più o meno ci sta. Se per quanto riguarda il primo sottogenere stiamo assistendo ad una vera e propria esplosione, con saghe come "Hunger Games", "Divergent" e chi più ne ha più ne metta, anche per quanto riguarda i viaggi nel tempo gli esempi sono davvero moltissimi. Eppure alla fin fine quando si parla ad un appassionato di entrambi i generi, tra i film che vengono elencati salta quasi sempre fuori questo.

I motivi per cui è diventato un cult del genere li ho presto capiti: "L'esercito delle 12 scimmie" ha avuto tutte le carte in regola per diventare uno di quei film in grado di creare una schiera di fan accaniti e la creazione di una serie televisiva a vent'anni di distanza un po' lo testimonia (anche se ormai si fanno serie su tutto, anche sui flop cinematografici come "Shadowhunters"). Ma soprattutto è uno di quei film che magari non avrà una regia esaltante, di quelle che fanno gridare al miracolo, ma si basa più che altro su una sceneggiatura intricata per la quale non è facilissimo tirare le fila (concetto poi portato all'estremo da Cristopher Nolan i "Inception"), ma ancora di più sulle interpretazioni dei protagonisti. E ancora di più su una colonna sonora che si basa su uno di quei motivetti che è poi molto difficile levarsi dalla testa.

Parlando delle interpretazioni abbiamo nel ruolo di protagonista un Bruce Willis ancora nel pieno della sua forma, sia fisica sia recitativa (qualche anno dopo avrebbe partecipato al capolavoro "Il sesto senso"), così come anche ottima risulta l'interpretazione di Madeleine Stowe. Ma il vero capolavoro lo fa Brad Pitt con il suo ruolo di Jeffrey Goines, che nella serie è stato trasformato in donna, ma vabbeh, licenza poetica. Goines è un personaggio idolesco, che riesce a ricoprire tutti i momenti più importanti della storia e che con la sua parlantina che è valsa una nomination all'Oscar come miglior attore non protagonista per Brad Pitt.

Voto: 8

14 commenti:

  1. Per me è un piccolo capolavoro, un film angosciante, nonché uno dei miei preferiti con Bruccino adorato! Però devo ancora vedere La Jetée, da cui è stato tratto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io devo vedere pure quello in realtà...

      Elimina
  2. Lo vidi da ragazzino, mi sembrò un trip allucinante.
    L'ho rivisto qualche tempo dopo: tutti mi fu più chiaro.
    Stupendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un trip allucinante, un film da mal di testa. Il lavoro di Terry Gilliam subito dopo è stato portato al livello successivo però: con Paura e delirio a Las Vegas che tuttora mi è totalmente un mistero incomprensibile.

      Elimina
  3. Fantastico questo film!!
    Davvero ne fanno una serie tv? di solito non guardo le serie tv. ma non possono trasformare il personaggio di Brad Pitt in una donna! Sob
    Ah anche il sesto senso...fantastico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, su SyFy! Non è nemmeno malaccio, ma ho deciso di sospenderla per capirci meglio dopo una visione del film. Poi ora che è finita la prima stagione la riprendo tutta d'un fiato e poi decido... E comunque sì, Goines nella serie è una donna e nemmeno tanto bella....

      Elimina
    2. Non so cosa sia syfy... Mi documenterò XD

      Elimina
    3. È un canale televisivo americano, quello dove hanno mandato in onda Sharknado! Eheheh

      Elimina
  4. Film bellissimo, e stranamente anche la serie tv non è malaccio! (p.s. la premiai: http://cumbrugliume.blogspot.it/2015/04/boomstick-award-2015.html)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazissime per il premio. La serie non l'ho sospesa perchè brutta, ma perchè avevo bisogno di vedere sto film...

      Elimina
  5. Capolavoro assoluto!

    Anche io la serie l'ho abbandonata circa al terzo episodio, però non era nemmeno troppo malvagia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sospesa... Sospesa, non abbandonata eheh

      Elimina
  6. Film davvero molto bello. L'idea di vedere la serie tv un poco mi spaventa, però...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si, il film è bello, infatti la serie è un paio di spanne sotto per quello che ho visto finora

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...