giovedì 28 maggio 2015

WEEKEND AL CINEMA!

Nuovo weekend cinematografico che, documentari a parte, ci regala ben otto uscite al cinema, alcune interessanti, alcune che sembrano roba d'essai e altre che sono, per quanto mi riguarda, da evitare. Analizziamole una per una basandoci, come al solito, sui pregiudizi dell'autore di questo blog!


Hybris di Giuseppe Francesco Maione


E si parte subito con i film italiani questa settimana, nella fattispecie un thriller/horror italiano. Sarà difficile trovare una proiezione nei cinema vicino a dove abito, quindi sarà anche difficile riuscire a vederlo, se volessi. Il problema, dato il mio amore per il genere horror, sta nel decidere se volerlo vedere o meno, a questo punto...


Il fascino indiscreto dell'amore di Stefan Liberski


Un film che potrebbe sembrare una commediola sentimentale innocua, ma che, dopo la visione del trailer, mi ha lasciato una certa sensazione di curiosità. Penso che, se dovesse capitarmi, lo vedrò, dato che ne sono rimasto abbastanza attratto.


Il libro della vita di Jorge R. Gutierrez


Quest'anno di film di animazione ne ho visti davvero pochi, ma non penso che questo sia uno di quelli che vedrò. Il trailer non mi ha detto nulla di buono, tanto che sembra essere una specie di bambinata innocua.


Lo straordinario viaggio di T. S. Spivet di Jean-Pierre Jeunet


Dal regista de "Il favoloso mondo di Amelie", film molto apprezzato da un sacco di gente che ancora non ho visto (e potrebbe essere un'ottima occasione per recuperarlo), questa pellicola dal titolo lunghissimo mi ispira moltissimo e il trailer sembra di quelli giusti per un film che potrebbe essere la sorpresa della settimana.


Pitch Perfect 2 di Elizabeth Banks


Dopo un primo capitolo abbastanza divertente, devo dire, quiesto secondo poteva sembrare una scelta commerciale abbastanza inutile. Invece la pellicola negli Stati Uniti ha perso di un niente la gara degli incassi al botteghino contro Tomorrowland e soprattutto sembra essere abbastanza apprezzato, anche più del primo capitolo. La presenza di Anna Kendrick poi è un ottimo motivo per gustarselo!


Pitza e datteri di Fariborz Kamkari


Altra pellicola italiana di questa settimana, che penso che mi salterò senza alcun problema, visto anche che il trailer, piuttosto che migliorare le mie sensazioni, le ha notevolmente peggiorate.


San Andreas di Brad Peyton


Secondo me l'industria di Hollywood non ha ancora capito che dopo il 21 Dicembre del 2012 la gente non ha più paura della fine del mondo e che i film catastrofici sono passati di moda. In questo film ci si gioca, ovviamente, la carta The Rock + Faglia di Sant'Andrea, tanto per non essere banali e scontati. Potrei vederlo solo per distruggerlo.


The Tribe di Miroslav Slaboshpitsky


Un film in lingua dei segni, presentato alla Settimana della Critica al Festival di Cannes. Senza sottotitoli, senza narrazione, solo lingua dei segni. L'idea che mi dà è quella di una certa pesantezza se devo essere sincero, eppure l'idea mi pare molto interessante. Da una parte potrebbe essere il film più interessante della settimana, mentre dall'altra uno dei grandi polpettoni della settimana. Bisogna solo stare a vedere.

4 commenti:

  1. Mi ispirano un po' tutti - da The Tribe al nuovo di Jeunet, dal cartoon all'horror made in italy che, in homevideo, senz'altro vedrò - ma martedì, prima di un esame rompipalle, penso proprio che mi vedrò Pitch Perfect. Il primo mi aveva divertito troppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piccio perfetto spero di riuscirlo a vedere in tempi brevissimi, poi Anna Kendrick è una cazzo di calamita...

      Elimina
  2. Il libro della vita è l'unico film che vorrei concretamente vedere.
    Penso che andrò al più presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che a me il trailer non ha detto proprio nulla

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...