martedì 14 luglio 2015

Contagious - Epidemia mortale (2015)

USA 2015
Titolo Originale: Maggie
Regia: Henry Hobson
Sceneggiatura: John Scott
Cast: Arnold Schwarzenegger, Abigail Breslin, Joely Richardson, Aiden Flowers, Douglas M. Griffin, Carsen Flowers, Laura Cayouette, J.D. Evermore, Raeden Greer, Rachel Whitman Groves, Mattie Liptak, Jodie Moore
Durata: 95 minuti
Genere: Drammatico, Horror

La trama in breve: Con l'intera terra colpita dal virus Necroambulist, che trasforma gli uomini in creature simili a zombie, Maggie Vogel viene prelevata da dei funzionari e portata in un ospedale, dove le viene diagnosticata la malattia. Riconsegnata al padre, ella sarà costretta a vivere il decorso assieme a lui a alla sua famiglia, sapendo già che per lei la morte è molto vicina.

Penso che uno dei più bei sogni bagnati per un fan di Arnold Schwarzenegger sia un zombie-movie con il loro pupillo impegnato ad ammazzare zombie con efferata crudeltà. Che io sappia però un film del genere lo ha fatto Dolph Lundgren, altro tamarro dell'epoca d'oro del cinema d'azione, ma a Schwarzy manca ancora. Dite che con "Contagious - Epidemia mortale" potrebbero rimanere soddisfatti? I fan di Schwarzy che si aspettano un zombie movie classico sicuramente no, ma per un semplice motivo: "Contagious - Epidemia mortale" non è un normale zombie movie. Innanzitutto due paroline sul titolo dato dai distributori di benzina cinematografici italiani: un titolo dato per pure questioni di marketing, giocando sul fenomeno zombie senza, probabilmente, aver nemmeno visto il film che stavano titolando. L'originale, "Maggie", ha tutto un altro significato rispetto al titolo dato qui in Italia, ma semplicemente perchè è il film ad avere tutto un altro significato.

Come detto, "Contagious - Epidemia mortale" non è un normale zombie movie. Forse sarebbe meglio dire che a dirla tutta parla di zombie, ma potrebbe tranquillamente parlare di qualsiasi altra malattia non fantascientifica e penso che l'effetto sarebbe forse lo stesso. La scelta degli sceneggiatori è ricaduta sulla malattia degli zombie forse per poter dare l'opportunità di andare a toccare più problematiche in un colpo solo: parlando di una malattia inesistente ma che influenza molto le produzioni televisive e cinematografiche si dà l'opportunità al pubblico di riflettere su una gamma più ampia di situazioni, che vengono ben ritratte nella pellicola. Perchè il film parla, fondamentalmente, del rapporto tra un padre, interpretato per l'appunto da Arnold Schwarzenegger, e sua figlia, interpretata da Abigail Breslin, destinata a morire non appena la malattia da cui è stata colpita farà il suo corso.

In questo film dunque di zombie se ne vedranno pur pochi, ma alla fine la gamma di riflessioni da fare è molto ampia, tanto che tutte le considerazioni tecniche potrebbero tranquillamente venire dopo ciò che riguarda la sceneggiatura, che si muove in maniera lenta, talvolta fin troppo lenta, e ragionata, premendo raramente sull'acceleratore ma lasciando lo spettatore davanti alla storia che viene narrata, che regala una buona dose di emozioni, anche forti. Nonostante poi non siamo abituati a vedere il buon Schwarzy in vesti di attore drammatico, egli se la cava più che bene, vincendo anche in qualche caso quella sua inespressività cronica che sembrava averlo accompagnato per tutta la carriera.

"Contagious - Epidemia mortale" è dunque una pellicola che, pur non essendo un capolavoro assoluto, funziona con quei pochi elementi buoni che la caratterizzano: d'altronde se la regia è da compitino, quanto meno l'idea di un drammone a tema zombie risultava ancora inesplorata e fosse anche solo per vedere Schwarzenegger piangere, ne è valsa la pena di vedere questo film. Quando mai si è visto Schwarzy piangere? Ma soprattutto, prima d'ora, aveva dei condotti lacrimali?

Voto: 7-

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...