lunedì 27 luglio 2015

Il luogo delle ombre (2013)

USA 2013
Titolo Originale: Odd Thomas
Regia: Stephen Sommers
Sceneggiatura: Stephen Sommers
Cast: Anton Yelchin, Willem Dafoe, Addison Timlin, Patton Oswalt, Gugu Mbatha-Raw, Nico Tortorella, Leonor Varela, Shuler Hensley, Melissa Ordway, Kyle McKeever, Matthew Daniel Page
Durata: 96 minuti
Genere: Thriller, Fantasy

La trama in breve: Odd Thomas è un ragazzo che lavora in una tavola calda a Pico Mundo ed è fidanzato con Stormy, che conosce praticamente da sempre. Ha la capacità di vedere i morti, che il più delle volte gli indicano la via per dare loro giustizia, ma ora la minaccia che deve affrontare è molto più grande: una specie di premonizione, una data precisa e un evento sconosciuto su cui indagare per evitarlo.

Molti prima di me avranno visto "Odd Thomas", in Italia intitolato "Il luogo delle ombre" ed uscito, per problemi legati alle case di distribuzione, con giusto quei due anni di ritardo rispetto all'uscita statunitense. Ormai certe cose sono all'ordine del giorno, quindi è anche inutile stupirsi, eppure devo dire che, tra le uscite della settimana, questa sembrava una delle poche che potesse interessarmi. Non che mi aspettassi grandi cose dalla pellicola, un po' per il fatto di aver letto in giro qualche recensione negativa, un po' perchè con un soggetto del genere è facile fare delle porcate.

"Il luogo delle ombre" è un thriller soprannaturale che ha il merito di non prendersi troppo sul serio e forse forse a dirla tutta i suoi meriti finiscono tutti qui. Per quanto la situazione di partenza sia ben introdotta, con la voce narrante del protagonista a spiegarci per filo e per segno la sua situazione, poi lo sviluppo non mi è sembrato un granchè. Non che mi aspettassi roba alla David Fincher, sia chiaro, ma comunque resta il fatto che siamo davanti ad un film che ha una sceneggiatura molto molto basilare, dei dialoghi che non è che funzionino molto e delle battutine simpa forzatissime che alla fine non sono poi tanto simpa.

Per quanto l'ora e mezza abbondante della sua durata scorra via liscia senza nessun intoppo i problemi di questo film sono più che altro dovuti ad una presenza molto invadente degli effetti speciali, per altro secondo me anche realizzati in maniera poco accattivante, e soprattutto nei dialoghi, come già detto. Se alle battute simpa che non sono simpa si aggiungono anche momenti di amore adolescenziale piuttosto smielato, diciamo che le cose possono solamente peggiorare.

Dal punto di vista recitativo poi non abbiamo performance davvero rilevanti: il protagonista, interpretato da Anton Yelchin mi è parso piuttosto compassato e anche un po' monoespressivo. Ad alzare un po' il livello c'è solo Willem Dafoe, mentre altra nota davvero positiva è la protagonista femminile interpretata da Addison Timlin, già vista in "Uomini di parola". Per il resto il film alla fin fine si lascia anche guardare, ma non si farà mai ricordare.

Voto: 5+

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...