domenica 26 luglio 2015

Wayward Pines - Stagione 1

Wayward Pines
(serie TV, stagione 1)
Episodi: 10
Creatore: Chad Hodge
Rete Americana: FOX
Rete Italiana: FOX
Cast: Matt Dillon, Carla Gugino, Melissa Leo, Toby Jones, Juliette Lewis, Terrence Howard, Reed Diamond, Tim Griffin, Shannyn Sossamon, Charlie Tahan
Genere: Thriller

La trama in breve: Ethan Burke è un agente che, durante la ricerca di due colleghi misteriosamente scomparsi, si ritrova a Wayward Pines, cittadina apparentemente perfetta che però non sembra dare la possibilità ai suoi abitanti di uscire dai suoi confini.

Si era creato dietro a "Wayward Pines" quasi qualcosa di mitologico. Pubblicità dappertutto, contemporanea assoluta in moltissimi paesi con la programmazione originale americana, si parlava addirittura di nuovo "Twin Peaks", che poi un nuovo "Twin Peaks" a cosa dovrebbe servire dato che è stata annunciata davvero una nuova stagione di "Twin Peaks"? La produzione poi, affidata a M. Night Shyamalan, già regista di un paio di cult del thriller che però negli ultimi anni sembra essersi un po' perso per strada. Oltre alla produzione il regista si sarebbe occupato della regia del primo episodio, che alla fin fine si è rivelato essere forse il migliore di tutti.

Partendo da una buona idea, la serie, tratta da una trilogia di romanzi che vengono interamente esplorati nel corso dei dieci episodi che la compongono, pian piano si affievolisce, rivelandosi molto più fumo che arrosto. Se la costruzione del mistero che aleggiava intorno alla cittadina, nel primo episodio, pareva abbastanza buona, pian piano le spiegazioni cominciano ad essere abbastanza forzate, altre addirittura mi hanno fatto parecchio incazzare (parlo forse del salto temporale? Sì, forse proprio di quello sto parlando!).

"Wayward Pines" però, in fondo, qualche merito ce l'ha: alla fine, essendo solo una miniserie (e no, non mi sto riferendo alla massa abnorme di testate giornalistiche online che non avevano capito che fosse una miniserie e scrivevano articoli sul non rinnovo per la seconda stagione... beh grazie al cazzo, io lo sapevo sin dal primo episodio!), di domande ne fa porre molte, ma non ci mette nemmeno troppo tempo a darti delle risposte. Insomma, non fa come "Lost", tanto per fare un esempio. E nel frattempo mi cospargo il capo di cenere e mi dò fuoco per il paragone con "Lost".

Per quanto riguarda invece le performance recitative, la serie si vantava di avere grandi nomi, tra cui il premio Oscar Melissa Leo (per The Fighter come miglior attrice non protagonista) e Matt Dillon, ma purtroppo non ci ho visto questa gran recitazione da parte dei protagonisti. E' stato soprattutto Dillon con i suoi mascelloni a non convincermi del tutto a dir la verità, mentre mi è abbastanza piaciuta Carla Gugino, che con i suoi 44 anni risulta ancora molto molto bella. A non convicermi appieno è stato anche il finale, che mi è parso piuttosto affrettato. Nonostante tutti questi difetti "Wayward Pines" ha avuto il merito di risultare un buon intrattenimento per questi dieci episodi, ma l'eccessivo pompaggio di questa miniserie ha creato delle attese che sono state prontamente disilluse.

Voto: 5,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...