domenica 27 settembre 2015

TOP 5 - I miei libri preferiti

Ebbene sì, domani mattina si comincia a lavorare a tempo pieno e sono molto molto contento di questa cosa, altro che, dato che comunque sarà un lavoro che faccia fruttare ciò che ho studiato. Ciò significa, ovviamente, meno tempo libero. Il tempo per scrivere me lo ritaglierò sicuramente in serata, ma sicuramente caleranno le mie visioni. Non so ancora come sarà tutta la situazione, ovviamente, ma spero in ogni caso di riuscire, almeno nei giorni feriali, ciò che già faccio, scrivendo recensioni dei film o serie TV viste e spero comunque di riuscire di vedere qualche film la sera. Se riuscirò a mantenere il ritmo questo ancora non lo so, so semplicemente che non ho intenzione di abbandonare il blog o di ridurne più di tanto la cura, diciamo che almeno un posticino al giorno ve lo vorrei comunque lasciare, magari con un giorno di pausa a settimana.

Motivo per cui apro questa rubrica, in pieno stile "Alta fedeltà" - film in cui i protagonisti si divertivano sempre a stilare top five musicali - per farvi sapere di più sui miei gusti cinematografici, musicali, seriali, letterari e chi più ne ha più ne metta. La rubrica verrà pubblicata sicuramente nel weekend, devo ancora decidere se il Sabato o la Domenica, ma potrei tranquillamente cambiarli a mio piacimento ovviamente. L'idea, inoltre, sarebbe quella di coinvolgere un po' voi lettori di questo spazio web: fatemi delle richieste, chiedetemi nuove top five, dato che prima o poi la mia fantasia inizierà a calare e non saprò più cosa inventarmi. La mia richiesta, inoltre, è questa: non siate banali nelle domande, non chiedetemi cose come "i tuoi film preferiti di sempre" o "le tue canzoni preferite di sempre",  quelle classifiche magari arriveranno per scelta mia, ma siate anche, se volete, specifici. Richieste come "le tue cinque canzoni di [artista a caso] preferite", "i tuoi cinque colpi di scena preferiti", "le tue cinque birre preferite" saranno molto più stimolanti per me e quindi vi ringrazio in anticipo se vorrete aiutarmi e spero pian piano di soddisfare ogni vostra richiesta.

Oggi però decido io! Oggi parlo dei miei cinque libri preferiti, classifica che non ho molta difficoltà a stilare dato che, come saprete, non sono un lettore formidabile che si mangia un libro a settimana. Da settimana prossima, se verranno, comincerò a soddisfare le vostre richieste, sennò dovrò inventarmi qualcosa!


5 - Emily Brontë - Cime tempestose

Contro ogni pronostico il quinto classificato è un romanzo classico, che tutte le professoresse di letteratura inglese tengono a farti studiare, almeno a quanto ne so da ciò che mi han raccontato i miei amici. La mia professoressa invece no, a quanto mi ricordo non lo amava particolarmente come romanzo e allora io, da bravo ribbbbbbelle quale ero, decisi di leggerlo e mi piacque praticamente subito. Una narrazione di tipo molto diverso rispetto ai romanzi di quel periodo che mi avevano obbligato a leggere, dei personaggi che subito attirano la tua attenzione e una storia che, per una volta, non finisce con la redenzione del personaggio negativo, in quel caso Heathcliff.




4 - Anthony Burgess - Arancia meccanica

Conosciuto anche come "Un'arancia a orologeria", ma più noto con il titolo del film tratto da esso, questo è uno di quegli esempi in cui la pellicola - diretta da un'impeccabile Stanley Kubrick - è molto più potente del romanzo. Il romanzo invece decisi di leggerlo il giorno dopo aver dato l'orale alla maturità, la mia prima lettura libera dopo cinque anni in cui le mie letture erano solamente quelle obbligate dall'istituzione scolastica, che ricordo con estremo piacere. In realtà feci una fatica bestiale a leggerlo, per via di tutti quei neologismi utilizzati dall'autore - neologismi che poi si sentiranno anche nel film - spesso di difficile comprensione. Comunque, nonostante il linguaggio complicato, mi ci sono appassionato e anche molto alla lettura, che si guadagna con merito il quarto posto.



3 - Ildefonso Falcones - La cattedrale del mare

Andiamo questa volta su qualcosa di recente e su una delle due letture obbligate presenti in questa classifica. Il romanzo, caldamente consigliatoci dalla professoressa di italiano, mi ha preso sin dall'inizio e, nonostante la sua mole - che per molti è una bazzeccola, ma per me a quell'epoca era un po' un problema - me lo sono pappato nel giro di una settimana per quanto la sua storia mi aveva appassionato. E' stato anche il primo romanzo storico, che mi ha fatto appassionare particolarmente al genere.





2 - Luther Blisset - Q

Altra lettura obbligata, questa volta dalla professoressa di storia, il romanzo, scritto a otto mani da un gruppo di quattro scrittori che all'epoca si faceva chiamare Luther Blisset, ma che ora è meglio noto con il nome di Wu Ming. Un romanzo che narra da diversi punti di vista il periodo di storia compreso tra il 1518 e il 1555, riuscendo a creare un intreccio molto intrigante dal quale mi è risultato veramente difficile scollarmi.






1 - Ken Follett - I pilastri della Terra

Un romanzo che mi fu prestato da un'amica e che, nonostante ci misi molto tempo a finirlo, posso davvero dire di averlo amato dalla prima all'ultima pagina. La cosa paradossale è che poi, leggendo ancora qualche romanzo di Ken Follett, ho sempre fatto una gran fatica a finirli e davvero pochi, a parte questo, mi sono piaciuti davvero. Pazzesco poi il modo che ha l'autore di farti empatizzare con qualsiasi personaggio - tra quelli positivi ovviamente - e di creare un'epopea magnifica.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...