giovedì 17 settembre 2015

WEEKEND AL CINEMA!

Un nuovo weekend cinematografico è all'orizzonte e stavolta sono ben pochi i film che potrebbero davvero interessarmi. Nonostante la fine di Venezia 72, con tanto di premiazioni, dei tre film in uscita da quella rassegna mi ispira - nemmeno troppo - soltanto uno. Vediamo una per una tutte le uscite della settimana, commentate secondo i miei pregiudizi, come al solito!


Amy di Asif Kapadia


Il documentario su Amy Winehouse, cantante straordinaria scomparsa troppo troppo presto - anche un po' per colpa sua bisogna dirlo - è una visione che vorrò affrontare, prima o poi. Purtroppo non so se avrò il tempo per andarmelo a vedere al cinema, il che potrebbe ritardare un bel po' le operazioni!


Inside Out di Pete Docter


Film d'animazione della Pixar che ho già avuto modo di vedere e sul quale non mi sbilancio con i giudizi perchè la mia recensione arriverà molto molto a breve. Il mio consiglio comunque è quello di dargli una chance, che potrebbe essere davvero una visione soddisfacente per chiunque. E mi son già sbilanciato troppo.


L'attesa di Piero Messina


Pellicola italiana proiettata a Venezia 72, dal regista Piero Messina che altri non è che l'assistente di Paolo Sorrentino in suoi lavori passati. Sarà un film sorrentiniano al massimo o riuscirà a distaccarsi dallo stile del suo "mentore" creando un qualcosa di più personale? Su questo staremo a vedere, la presenza di Juliette Binoche nel cast però fa ben sperare in una gran riuscita della pellicola.


Marguerite di Xavier Giannoli

Altro film in uscita da Venezia che, nonostante parli di un mondo che non conosco e che non ho mai voluto approfondire - quello del canto lirico -, potrebbe rivelarsi contro ogni pronostico un film interessante, ma sul quale non punto moltissimo.


Per amor vostro di Giuseppe M. Gaudino

Terzo film appartenente alla Mostra del cinema di Venezia e stavolta proprio non c'è santo che tenga, questo film non mi ispira proprio. L'idea di un impegno decisamente eccessivo e le critiche ricevute mi fanno desistere dal guardarlo.


Tutte lo vogliono di Alessio Maria Federici

Non ho idea a cosa si riferisca il titolo del film, fatto sta che se tutte le donne vogliono Enrico Brignano - come il titolo vorrebbe alludere - c'è proprio qualcosa che non va nel mondo. Commedia italiana dunque evitabilissima, anche perchè, essendoci Enrico Brignano, sono anche abbastanza sicuro che non mi farà ridere nemmeno involontariamente.


Un disastro di ragazza di Judd Apatow

Leggendo la trama e vedendo il trailer potrebbe sembrare la classica commedia romantica che potrebbe essere indirizzata ad un certo tipo di pubblico e probabilmente lo è anche. La presenza nel cast della spassosissima Amy Schumer però mi fa ben sperare, non tanto in qualcosa di diverso dal solito, ma quanto meno in qualcosa di un po' più divertente.


Via dalla pazza folla di Thomas Vinterberg

Remake di un film degli anni '60 ispirato ad un romanzo dell'ottocento. Il regista Thomas Vinterberg mi ha dato in passato qualche lavoro interessante, purtroppo però temo che questo film sia un po' troppo pesante per le mie corde.


We are your Friends di Max Joseph

Uno dei flop più clamorosi di questa annata cinematografica negli Stati Uniti, una commedia con Zac Efron che non so se mai avrò voglia di guardare. Penso, per questi motivi, che passerò oltre.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...