martedì 13 ottobre 2015

Shameless US - Stagioni 3, 4 e 5

E' finito finalmente il recupero di una delle serie più chiacchierate da parte dei telefili di tutta Italia e di tutto il mondo e, dopo la recensione delle prime due stagioni, ecco che arriva il post conclusivo del recuperone, con le ultime tre stagioni andate in onda e con la quinta - andata negli USA a inizio 2015 - che concorrerà per il titolo di miglior serie televisiva dell'anno assieme a tutte le altre viste nel corso del 2015.

Shameless US
(serie TV, stagioni 3,4 e 5)
Episodi: 12 a stagione
Rete Americana: Showtime
Rete Italiana: Premium Joi (st. 3 e 4); Premium Stories (st. 5)
Cast: William H. Macy, Emmy Rossum, Justin Chatwin, Jeremy Allen White, Cameron Monaghan, Emma Kenney, Ethan Cutkosky, Shanola Hampton, Steve Howey, Joan Cusack, Noel Fisher
Genere: Drama




Stagione 3


La terza stagione di "Shameless" ha fatto male, molto male ai nostri cuori. In più di un'occasione vediamo infatti dei rapporti rischiare, con pochissimo, di andare totalmente a puttane. Raramente nel guardare una serie TV shippo dei personaggi - cazzo mi sento male solamente a scriverlo quel termine di merda -, ma quello che succede a più riprese tra Ian e Mickey e tra Fiona e Jimmy nelle ultime puntate è roba da rimanerci malissimo. L'estremo realismo con cui tutte le situazioni vengono narrate vede questa stagione migliorare un po' rispetto alla precedente - che per ora secondo me è la peggiore - sia per quanto riguarda le storie principali, sia per quanto riguarda quelle secondarie. Carina, per quanto mi riguarda, la storia tra Lip e Mandy, che con l'inatteso ritorno di Karen dimostrerà tutta la sua pazzia - anche se quanto cazzo ho goduto quando la tira sotto con la macchina - ma soprattutto, da incorniciare, la storyline che riguarda Frank nelle ultime puntate e il suo finto attivismo in favore degli omosessuali. Sarà l'alcool, sarà che gli autori puntano molto ad un realismo che è talmente reale che sembra quasi assurdo, ma Frank quando apre bocca dice quasi sempre qualcosa di giusto o quanto meno condivisibile da chiunque. Peccato che poi non sia dato sapere se lo pensa veramente o lo fa solo per soldi!

Voto: 7,5


Stagione 4


Con la quarta stagione "Shameless" forse riesce a far toccare ai suoi personaggi il fondo del barile. Con Frank che è praticamente dato per morto e Fiona che inavvertitamente fa sniffare cocaina al fratellino minore, finendo in carcere e agli arresti domiciliari e poi libera con la condizionale, un po' tutto sembra andare in malora. Forse l'unico a salvarsi per davvero è Lip, che sembra essere uno dei personaggi più complessi, ma anche più responsabili, dell'intera serie: esemplare da questo punto di vista è la lite con Fiona e il rapporto che instaura con la sua collega al college. Tutti episodi molto emozionanti e anche, finalmente, davvero cattivi nel vero senso della parola.

Voto: 8,5


Stagione 5


Dopo l'ottima sotto tutti i punti di vista quarta stagione, "Shameless" vive un'annata che si potrebbe definire di passaggio, con delle storyline che mi sono sembrate un po' raffazzonate e altre che vivono momenti di pura follia, ma non tanto da parte dei personaggi - a quelli eravamo abituati - quanto più che altro da parte degli sceneggiatori. Per chi cerca la solita dose di humour nero "Shameless" è ancora a livelli alti, ma non ho molto gradito il fatto di far perdere completamente la bussola a Fiona - ok che con la scorsa stagione aveva toccato il fondo, ma fatela rialzare, non impazzire - così come lo sbolognamento del personaggio di Jimmy nel giro di pochi episodi: un ritorno atteso, arrivato e durato poco. In realtà poco male, dato che non l'ho mai apprezzato come personaggio, ma mi sarei aspettato ben altro sinceramente. Toccanti sono invece le scene con protagonisti Ian e Mickey, con il primo che deve fare i conti con la bipolarità ereditata dalla madre Monica.

Voto: 7-

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...