mercoledì 4 novembre 2015

The Last Witch Hunter - L'ultimo cacciatore di streghe (2015)

USA 2015
Titolo Originale: The Last Witch Hunter
Regia: Breck Eisner
Sceneggiatura: Cory Goodman, D.W. Harper, Melisa Wallack
Cast: Vin Diesel, Rose Leslie, Elijah Wood, Michael Caine, Ólafur Darri Ólafsson, Rena Owen, Julie Engelbrecht, Isaach De Bankolé, Joseph Gilgun, Lotte Verbeek, Bex Taylor-Klaus, Dawn Olivieri
Durata: 106 minuti
Genere: Azione

Ci sono delle volte - come ad esempio in questa occasione, ma anche in molte altre a dire la verità - in cui mi chiedo come farei a capire di cosa parla un film con un titolo inglese se i titolisti italiani non ci mettessero il loro tipico sottotitolo che nulla aggiunge al titolo originale, ma si limita semplicemente a tradurlo. Mi chiedo per quale assurdo motivo, a questo punto, non lo traducano e basta. Sai quanto ci metto io adesso a scrivere, ogni volta che ne avrò bisogno, "The Last Witch Hunter - L'ultimo cacciatore di streghe"? E' come se in qualche modo decidessi di scrivere la recensione due volte nello stesso post, penso vi darebbe fastidio, no?

Tralasciamo definitivamente le questioni riguardanti il titolo italiano della pellicola e concentriamoci sul film in sè. Ormai è risaputo, nel periodo di Halloween fare uscire film horror è diventato troppo mainstream, per questo motivo i distributori di benzina cinematografici italiani decidono, da un po' di tempo a questa parte, di distribuire dei film action a tema soprannaturale che in qualche modo potrebbero far contenti sia gli amanti del cinema d'azione, sia quelli del soprannaturale. E "The Last Witch Hunter - L'ultimo cacciatore di streghe" - vedete che anche per voi è pesante leggere ogni volta il titolo per intero, non pensate? - è una pellicola che sicuramente si va ad inserire in quel filone, come in passato fece "Van Helsing" - che tuttora è, vergognosamente, un film che rivedo sempre assai volentieri - e come l'anno scorso fece "Dracula Untold" - ecco, questo decisamente meno volentieri -.

Per fare una tamarrata con i controcazzi però devi anche prendere gli attori giusti, attori che si sono costruiti una fama, un nome nei film tamarri, e chi c'è meglio di Vin Diesel, il re dei tamarri della saga di "Fast & Furious", per interpretare il ruolo del protagonista Kaulder, che ovviamente, come il titolo del film ci dice per ben due volte, è l'ultimo cacciatore di streghe - ammettetelo, non lo avevate capito, vero? - rimasto sulla terra a causa di una maledizione stregonesca che lo costringe a vivere in eterno. La sua vita procede apparentemente in pace, ma se la sua vita fosse davvero pacifica il film non lo avrebbero chiamato "The Last Witch Hunter - L'ultimo cacciatore di streghe", ma "The Pacific Life of the Last Witch Hunter - La pacifica vita dell'ultimo cacciatore di streghe", seguendo sempre quell'aulica regola per cui noi italiani siamo così ignoranti che abbiamo bisogno che il titolo di un film venga ripetuto due volte.

Contro ogni pronostico il film, che riprende un po' lo stile di "Van Helsing" per l'appunto - sì lo so che lo odiate tutti, ma a me quel film piace porco cacchio! -, non fa schifo come mi sarei aspettato. Certo, molta della sua forza la basa su un prologo piuttosto interessante che però si perde con il passare dei minuti ma, complice il carisma di Vin Diesel, che quando c'è da fare tamarrate sa il fatto suo e questo è un fatto assodato, il film è riuscito a coinvolgermi in maniera inaspettata. Siamo chiaramente davanti alla solita roba di lotta tra bene e male e menate varie ed eventuali, ma per passare un'oretta e mezza senza particolari pensieri sul senso della vita o su cosa mangiare il giorno dopo a pranzo è certamente una visione adatta. Certo, non sarebbe stata la stessa cosa se il film si fosse chiamato semplicemente "La pacifica vita dell'ultimo cacciatore di streghe"!

Voto: 6-

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...