giovedì 26 novembre 2015

WEEKEND AL CINEMA!

Un nuovo ed ennesimo weekend cinematografico è all'orizzonte e, come al solito, siamo pronti ad affrontarlo grazie ai miei commenti pregiudizievoli sulle uscite della settimana che, salvo il revival di "Amici miei" e il solito documentario settimanale, ci propone ben dodici uscite! Quante di queste si riveleranno davvero interessanti? Quante, invece, saranno delle ciofeche clamorose?


Il viaggio di Arlo di Bob Peterson


La Pixar quest'anno per quanto riguarda i capolavori ha già dato con "Inside Out". Che la casa cinematografica sia pronta per la doppietta con questa ucronia su un'ipotetica convivenza tra l'uomo e i dinosauri oppure che sia una semplice bambinata senza troppo mordente?


A Bigger Splash di Luca Guadagnino


Un cast internazionale per un regista italiano che sinceramente non conosco e sul quale preferisco sospendere il giudizio fino a dopo un'eventuale visione. Tra l'altro il film, con Tilda Swinton e Ralph Phiennes mi ispira parecchio ad essere sincero!


Babbo Natale non viene da Nord di Maurizio Casagrande

Commedia natalizia che ha per regista e attore protagonista il non certo fenomeno della recitazione italiana Maurizio Casagrande. Ovvio che, essendo una commedia natalizia italiana, la lascerò passare come se non fosse mai esistita sulla faccia della Terra.


Club Life di Fabrizio Conte

Altra pellicola italiana indipendente da parte di un regista che non ho mai sentito nominare a cui, questa volta, si aggiunge anche un cast di da me perfetti sconosciuti. Penso che anche questa visione la lascerò passare oltre senza farmi troppi problemi mentali.


Dio esiste e vive a Bruxelles di Jaco van Dormael

Negli ultimi anni il cinema belga ci ha regalato qualche film di sicuro interesse. Questo, nonostante non sembri appartenere a questa categoria, potrebbe riservare delle sorprese grazie ad una raffigurazione di Dio che non sembra essere particolarmente convenzionale. Ecco, a dir la verità mi par strano che un film con una trama del genere esca in Italia, dove siamo succubi del Vaticano e della religione...


Fantasticherie di un passeggiatore solitario di Paolo Gaudio

Non so perchè ma ho come la sensazione di aver parlato di questa uscita già la scorsa settimana. Beh, non ho voglia di riscrivere le stesse identiche cose, quindi, se volete, andatevi a recuperare la mia opinione qui!


Il sapore del successo di John Wells


Pellicola che narra di uno chef stellato caduto in disgrazia con protagonista Bradley Cooper e che vede anche la partecipazione dell'attore francese Omar Sy già protagonista di "Quasi amici" e di "Samba". Non so in realtà quanto questo film possa interessarmi, ma penso che gli darò comunque un'opportunità.


La felicità è un sistema complesso di Gianni Zanasi

Altra pellicola italiana diretta da un altro regista che non conosco, ma con un cast che, nel bene e nel male, conosco abbastanza bene. Valerio Mastrandrea mi piace moderatamente come attore, Giuseppe Battiston l'ho sempre ritenuto un buonissimo figurante, ma le riserve del caso stanno tutte nella trama: roba sempliciotta o forse qualcosa di nuovo per il cinema italiano?


Lacrime di San Lorenzo di Giampiero Caira

Siamo ancora in Italia e ancora alle prese con un regista a me ignoto. Questa volta però il tema pseudo-autoriale mi scoraggia moltissimo dal concedergli una visione.


Natale all'improvviso di Jessie Nilson


Un'altra commedia natalizia che potrebbe però a sorpresa farmi entrare nello spirito del Natale. E ti credo, con un cast di belle donzelle come quello, composto da Olivia Wilde, da "big eyes" Amanda Seyfried e dalla old but gold Marisa Tomei!


The Visit di M. Night Shyamalan


Con il buon regista M. Night Shambalaya Shyamalan il rischio è quello di trovarsi davanti ad un grandissimo thriller oppure davanti ad una grandissima stronzata. Seppure il trend degli ultimi anni propenda nemmeno troppo vagamente per la seconda opzione, una possibilità penso di doverla concedere per forza!


Uno per tutti di Mimmo Calopresti

Altra pellicola italiana di cui, non so perchè, ho la sensazione di aver parlato già qualche settimana fa, ma non riesco a trovare il post in cui l'ho fatto. Vabbeh, in ogni caso un film con Giorgio Panariello potrei vederlo solo sotto droghe pesantissime, quindi, spacciatori di tutto il modo, preparatevi!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...