venerdì 18 dicembre 2015

Quel fantastico peggior anno della mia vita (2015)

USA 2015
Titolo Originale: Me & Earl & the Dying Girl
Regia: Alfonso Gomez-Rejon
Sceneggiatura: Jesse Andrews
Cast: Thomas Mann, RJ Cyler, Olivia Cooke, Nick Offerman, Connie Britton, Molly Shannon, Jon Bernthal, Chelsea T. Zhang, Katherine C. Hughes, Natalie Marchelletta, Matt Bennett, Masam Holden
Durata: 104 minuti
Genere: Drammatico

Fin dal momento in cui vidi il trailer di "Quel fantastico peggior anno della mia vita" capii che questo film mi ispirava abbastanza, motivo per cui la pellicola, basata sull'omonimo romanzo di Jesse Andrews che ovviamente - manco a dirlo - non ho letto, ero abbastanza sicuro che l'avrei vista con un certo tipo di sguardo, dato che solitamente film del genere hanno su di me un effetto abbastanza particolare. Inoltre, dopo l'uscita di "Colpa delle stelle" e anche, perché no, di "50 e 50" si può affermare - e con questa frase lungi da me non portare rispetto verso l'argomento - che "cancro is the new vampiro". Sì perché ormai i romanzi adolescenziali sui vampiri sono passati di moda, ma stanno prepotentemente dicendo la loro quelli che parlano di un rapporto - di amore o di amicizia che sia - tra persone malate terminali o tra persone sane e un malato terminale. E "Quel fantastico peggior anno della mia vita", ovviamente, si configura in questo genere di storie.

Il film ci narra la storia di Greg Gaines, un ragazzo particolarmente solo che decide di vivere il suo ultimo anno di liceo tentando di evitare il più possibile i rapporti sociali, con l'intento di passare inosservato il più possibile. Ha un amico, Earl, con cui passa buona parte delle giornate e realizza strani film amatoriali, ma i suoi piani vengono sconvolti quando la madre lo costringe a fare amicizia con Rachel, ragazza della sua classe affetta da leucemia. Come è ovvio e prevedibile che sia l'amicizia tra i due in qualche modo cambierà il modo di vedere di Greg e ci mostrerà anche come a trarne giovamento sarà anche la stessa Rachel.

Per quanto di solito davanti ad un certo tipo di storie mi senta emotivamente coinvolto, in questo caso la pellicola non mi ha fatto lo stesso effetto di altre - tra cui anche quelle già citate - avendo trovato il tutto leggermente forzato e con un sapore decisamente diverso. E' innegabile che i personaggi principali, quello di Greg interpretato da Thomas Mann e quello di Rachel interpretato da Olivia Cooke, siano abbastanza ben costruiti, ma non mi sembrano quasi mai raggiungere lo spessore necessario per una pellicola di questo tipo. Discorso diverso è invece per Earl, che mi è piaciuto decisamente di più e che con il suo ruolo si rivelerà di capitale importanza per lo svolgimento della storia.

D'altro canto però, per quanto poco profondo magari, il personaggio di Greg è uno di quei personaggi con cui per determinate persone sarebbe facile immedesimarsi: uno di quei ragazzi che cerca sempre di sdrammatizzare le situazioni per evitare di rimanerne troppo coinvolto emotivamente o per evitare di soffrirne eccessivamente. Uno di quei ragazzi che, per mia indole particolarmente pessimista, penso sia il mio totale opposto - e forse è anche per questo che il personaggio nel complesso mi è piaciuto - , anche se, non essendomi mai trovato in una situazione del genere - per fortuna - non si può sapere cosane potrebbe venire fuori. Nel complesso dunque "Quel fantastico peggior anno della mia vita" risulta essere una pellicola non particolarmente brillante, ma che sa regalare sicuramente qualche spunto di riflessione, soprattutto se ci si concentra sull'indole dei personaggi in gioco.

Voto: 6,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...