sabato 16 gennaio 2016

CHI BEN COMINCIA... #21 - Shadowhunters

Torna, sempre puntuale quando guardo qualcosa di nuovo, la rubrica in cui parlo degli episodi pilota delle serie che ho intenzione di seguire. Oggi tocca a "Shadowhunters", serie nata dopo il flop cinematografico della saga tratta dai romanzi Cassandra Clare e in onda su Freeform, che altro non è che il nuovo nome di ABC Family, la rete che ha dato notorietà a Pretty Little Liars. In Italia la serie viene trasmessa, in contemporanea con l'uscita americana, su Netflix


Shadowhunters

Rete Americana: Freeform
Rete Italiana: Netflix


Io devo ammetterlo: della saga letteraria da cui è tratta questa serie ho letto solamente il primo romanzo e, con immensa vergogna, il film trasposizione di quel primo romanzo - "Shadowhunters: Città di ossa" - non mi era nemmeno troppo dispiaciuto - sì, lo so, devo essere tipo l'unica persona nell'intero universo -. La serie, da me accolta con un certo scetticismo ma anche con una certa curiosità, non parte certo sotto i migliori auspici. Non tanto per via della storia narrata, quella non mi dispiace avendo letto il romanzo e non essendomi dispiaciuto il film, quanto più che altro per i suoi personaggi e per gli attori che li interpretano. Innanzitutto i famosi Shadowhunters a me sembrano solo dei grandi, grandissimi tamarri e niente di più, mentre Katherine McNamara, l'attrice che interpreta Clary Fray, protagonista della vicenda, è bella, è rossa - che non guasta proprio mai nella vita -, ma sembra parecchio insopportabile. La speranza reale che ho su questa serie è dunque quella che si possa rivelare un intrattenimento ad altissimo tasso di trash in stile "Pretty Little Liars", perchè se questi tentano di prendersi troppo sul serio ne vien fuori una cagata a livelli colossali.

Voto: 5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...