martedì 12 aprile 2016

Desconocido - Resa dei conti di Dani de la Torre (2015)

Spagna 2015
Titolo Originale: Desconocido
Regia: Dani de la Torre
Sceneggiatura: Alberto Marini
Cast: Luis Tosar, Javier Gutiérrez, Marco Sanz, Paula del Río, Goya Toledo, Fernando Cayo, Elvira Mínguez, Antonio Mourelos, Ricardo de Barreiro, María Mera, Carolina Vázquez
Durata: 102 minuti
Genere: Thriller, Azione

Dopo aver vissuto un paio di annata certamente di alto livello, durante le quali sono usciti lavori bellissimi come "EVA" o "Bed Time", il cinema spagnolo sembrava essersi un po' fermato nel corso degli ultimi due anni, con le uscite, per lo meno qui nel nostro paese, molto centellinata e, nella maggior parte dei casi, di certo non di altissima qualità. L'arrivo nei cinema italiani di "Desconocido - Resa dei conti" era stato però accolto con un certo entusiasmo soprattutto da una certa frangia di appassionati di cinema action, ma perchè non anche di quei thriller in cui il nemico è uno sconosciuto che non si vede per gran parte della durata della pellicola.

La trama di "Speed" "Desconocido - Resa dei conti" è in effetti molto classica, motivo per cui non ci troviamo certo davanti ad un miracolo di originalità da parte del regista Dani de la Torre: un uomo, Carlos interpretato da un sempre bravissimo Luis Tosàr, mentre sta accompagnando i figli a scuola prima di andare al lavoro, viene raggiunto da una telefonata che gli annuncia che la sua auto esploderà se chiunque si dovesse alzare dai sedili. Per evitare la cosa l'uomo dovrà emettere un ingente bonifico a favore del suo aguzzino, che però contenga, al suo interno anche tutti i soldi appartenenti al conto bancario della famiglia di Carlos.

Un'idea non particolarmente originale dunque, che di certo non si può dire sia sviluppata male: "Desconoscido - Resa dei conti", funziona a meraviglia come thriller ed è evidente la capacità da parte del regista nel dare la giusta dose di tensione alla storia. Tensione che raramente cala, ma che anzi, ha un andamento ascendente per tutta la durata della pellicola ed è certamente il motivo principale per cui il tutto, da questo punto di vista, funzioni e riesca bene nell'intento di intrattenere il pubblico. Certo, fossimo stati davanti ad una trama un po' più originale staremmo qui a parlare di un lavoro di altissimo livello, ma in questo caso siamo sicuramente davanti ad un film che non si farà ricordare.

Oltre alla grande tensione il film si regge quasi interamente sulle spalle dell'esperto e bravissimo Luis Tosàr, altro elemento che sicuramente gioca a suo favore. Peccato però per un finale che, in maniera piuttosto sbrigativa, risolve la questione in una maniera che personalmente ho poco gradito: l'assenza di originalità presente nel punto di partenza del film si ripercuote anche su un finale che non dico sia scontato, ma quanto meno ampiamente prevedibile nel momento in cui vengono rivelate le motivazioni che stanno dietro al gesto dell'aguzzino. Per questo "Desconocido - Resa dei conti" risulta essere un buon film che funziona nel momento in cui lo si guarda senza avere troppe pretese, ma che non riesce ad andare oltre gli schemi dell'action/thriller classico che pesca a piene mani da moltissimi altri film del genere.

Voto: 6,5

Da oggi mi trovate anche su Telegram, al canale "Non c'è paragone" - e non che ci fosse bisogno di tanta fantasia -, per sapere commenti a caldo, brevi recensioni sui film e le serie TV viste, non dovete fare altro che iscrivervi cliccando su QUESTO LINK!

6 commenti:

  1. prima parte bella, poi dal piano sequenza in poi il fil diventa secondo me troppo grossolano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un thrillerino sicuramente godibile, ma troppo classico per farsi guardare. La prima parte in effetti è di gran lunga superiore rispetto alla seconda!

      Elimina
  2. Non perfetto, ma è comunque uno dei thriller più tesi visti di recente. Ci si può accontentare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E forse anche uno dei migliori pensa un po'... il che un po' mi deprime purtroppo...

      Elimina
  3. Non penso ne parlerò, o forse sì?, ma concordo col tuo voto. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì parlane, sennò cosa lo hai guardato a fare?

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...