giovedì 14 luglio 2016

WEEKEND AL CINEMA!

Settimana non particolarmente interessante dal punto di vista cinematografico - d'altronde i distributori cinematografici nostrani pensano solo alle gente che parte per le vacanze e non a chi sta in città per lavorare!!! - con solamente cinque uscite, una sola delle quali mi interessa non tanto a livello cinematografico, quanto più che altro a livello di ignoranza e di bellezza femminile - vedere Margot Robbie nei panni di Jane in "The Legend of Tarzan" è un sogno che si avvera, d'altronde... -. Tutte le uscite verranno commentate in base ai miei pregiudizi, ovviamente!


Bastille Day - Il colpo del secolo di James Watkins

Produzione franco-americana per un film d'azione classico che sicuramente nulla aggiungerà alla storia del cinema se non qualche esplosione da aggiungere all'interminabile conteggio iniziato con il primo film action mai girato nella storia del cinema. Sappiatelo: alle esplosioni dei film d'azione preferisco di gran lunga quelle fatte male della Asylum!


Cell di Tod Williams

Penso di essere una delle tre o quattro persone al mondo che non sopportano Stephen King. Ho sempre ammesso però, che i film tratti dai suoi romanzi sono quasi sempre ben riusciti e parecchio validi. Questo, tratto a detta dei fan dello scrittore da uno dei suoi romanzi meno riusciti, non mi ispira nemmeno per sbaglio: potrei finire per vederlo, il film e il volto imbronciato di John Cusack, ma consapevole del fatto che potrebbe essere una porcata!


Sneezing Baby Panda di Lesley Hammond, Jenny Walsh

Non ce la posso fare proprio a vedere un film, l'ennesimo e per giunta superfluo, sul rapporto tra uomo e animale, anche perchè la frase "gli animali sono meglio delle persone" mi fa pensare soltanto al fatto che ucciderei per molto meno.


The Legend of Tarzan di David Yates


In questo film ce n'è per entrambi i sessi: le donne hanno lo scultoreo Alexander Skarsgård, attore che tra l'altro mi piace ed era l'unico a salvarsi nelle ultime stagioni di "True Blood", mentre gli uomini hanno Margot Robbie, sulla quale ogni commento da parte mia, dopo la sua interpretazione in "The Wolf of Wall Street", sarebbe totalmente superfluo. Il film non sembra essere trascendentale, ma è l'unico per cui dopo la visione del trailer ho pensato potesse avere qualcosa di positivo.


Una spia e mezzo di Rawson Marshall Thurber

Farei volentieri un copia-incolla del commento al primo film di questa lista, se non fosse che questa non è una produzione franco-americana, ma totalmente americana e per giunta con The Rock, al secolo Dwayne Johnson. Che è un'aggravante se non si fosse capito.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...