giovedì 22 settembre 2016

WEEKEND AL CINEMA!

Siamo finalmente ritornati a pieno regime per quel che riguarda le uscite nei cinema italiani, che questa settimana ci propongono ben sette film - sarebbero nove, ma come sapete io escludo sempre i documentari dai miei commenti -, che verranno tutti anticipati dai miei soliti pregiudizi!


Blair Witch di Adam Wingard


Penso di essere tra i pochi detrattori nel mondo di "The Blair Witch Project", colpevole, oltre di essere un film di merda, di aver aperto la strada a tutti quegli horror mockumentary a bassissimo budget come il famigerato "Paranormal Activia" - che io chiamo "Paranormal Activia" e non "Paranormal Activity" perchè FA CAGARE! - e compagnia cantante. Eppure di questo seguito/remake per nulla richiesto la gente che è andata alle anteprime ne parla molto bene sui social network, motivo per cui un po' di curiosità verso questo lavoro la nutro. E poi, stiamo pur sempre parlando di un horror, quindi sappiamo già tutti che finirò per vederlo!


Bridget Jones's Baby di Sharon Maguire

In una settimana di seguiti o remake non richiesti arriva anche quello della saga di Bridget Jones, liberamente ispirata a "Orgoglio e Pregiudizio" di Jane Austen, che già di per sè è un motivo per detestarla. Il mio atto d'amore verso il cinema potrebbe essere quello di bruciare ogni locandina del film che dovessi vedere in giro per Milano oppure di cancellare in qualche modo le copie digitali dei cinema della mia provincia... ma penso sia una missione impossibile. Mi limiterò a non volerne sentir parlare e a starne il più alla larga possibile.


Elvis & Nixon di Liza Johnson

Interessante commedia americana che ripercorre lo storico incontro tra Richard Nixon e Elvis Presley. Commedia che molto probabilmente andrà vista, ecco. Non ho nient'altro da aggiungere.


Frantz di François Ozon

Non sono un gran cultore del cinema di François Ozon, ma l'ultimo suo lavoro visto, quel "Nella casa" che proporrò anche nel cineforum del mio paese, mi è piaciuto da morire. Sicuramente un film da non perdere, per l'importanza del regista che lo ha diretto!


I magnifici 7 di Antoine Fuqua

Per una cosa sono buoni questi remake: per confrontarli con i lavori che scopiazzano impunemente. E siccome il mio rapporto con il cinema western non è dei più idilliaci, per usare un eufemismo, questa potrebbe essere un'ottima occasione per recuperare per la prima volta nella mia vita l'originale del 1960. E poi gustarsi anche il remake.


La vita possibile di Ivano De Matteo

Polpettone italiano con protagonista Margherita Buy che non sembra proprio essere nelle mie corde, soprattutto in questo periodo in cui mi sento parecchio stanco per impegnarmi in una visione così complessa.


Prima di Lunedì di Massimo Cappelli

Dopo un film impegnato arriva l'estremo opposto, ovvero il film idiota che io non posso nemmeno immaginare di guardare per un solo minuto!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...