giovedì 8 settembre 2016

WEEKEND AL CINEMA

Solamente quattro film in uscita questa settimana (perchè come sapete io escludo a priori i documentari), ma ne abbiamo comunque per tutti i gusti: ce ne è per gli appassionati di horror, per i nostalgici di film action anni '90 - no, forse no -, per gli appassionati di commedie francesi e anche per quelli che sono stati a Venezia 73 - fortunati loro -, ma soprattutto per chi non ci è stato e qualche film proveniente da quella rassegna lo vorrebbe vedere. Come al solito, siam qui per commentare le uscite in base ai miei pregiudizi ed è proprio quello che ho intenzione di fare!


Un amore all'altezza di Lauren Tirard

Commedia francese il cui titolo italiano spiega praticamente tutto sul destino che attende i due protagonisti del film. Ho visto il trailer se non ricordo male prima della visione di "La notte del giudizio - Election Year" e devo dire che il prodotto non mi era sembrato malaccio. Un'opportunità per una serata senza pensieri gliela potrei pure dare.


Independence Day: Rigenerazione di Roland Emmerich


I ricordi che ho sulla visione di "Indipendence Day", ormai datata tra i dieci e i quindici anni fa, sono abbastanza positivi. Non mi aspetto però nulla, o quasi, da questo seguito arrivato probabilmente fuori tempo massimo e per il quale, più che altro, dovrei recuperare il predecessore per arrivarne preparato per davvero. Cosa che, ovviamente, non ho la minima voglia di fare.


Man in the Dark di Fede Alvarez

Ormai commentare gli horror che stanno per uscire al cinema è quasi come sparare sulla Croce Rossa. Eppure a me Fede Alvarez non era per nulla dispiaciuto nel remake de "La casa", nonostante il paragone con gli originali fosse ovviamente impietoso. A non convincermi appieno è il cast e una trama che mi sembra piuttosto banale e scontata. Ma ehi! Quanti pipponi mentali ci stiamo facendo! E' un horror, sapete già tutti che finirò per vederlo comunque!


Tommaso di Kim Rossi Stuart

Il Kim Rossi Stuart regista sinceramente non lo conosco quasi per nulla, così come la mia cultura non è che sia particolarmente elevata sulla sua carriera da attore. Mi era piaciuto in "Romanzo criminale" di Michele Placido, mentre non ricordo altre cose particolarmente memorabili. Questo film, presentato a Venezia 73, è un'ottima occasione per cominciare a conoscerlo meglio, anche se le voci che arrivano da quei lidi non sembrano essere particolarmente confortanti.

3 commenti:

  1. Di sicuro andrò a vedere Don't Breathe, o Man in the Dark che dir si voglia. Gli altri li salto tranquilli!!

    RispondiElimina
  2. "Man in the Dark" voglio vederlo, anche se ho dei problemi con Fede Alvarez, abbiamo un corto aperto su una casa, una roba così ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  3. Concordo con te su Alvarez, credo che anche io punterò su quello e ID2!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...